Utilizzare lo stesso PC condividendolo tra amici , colleghi o parenti può spesso portare alla necessità di impedire che altri visualizzino i nostri files o cartelle. E’ possibile proteggere con password al alta protezione i nostri video, immagini o altro ancora?
Certo che si! Basta utilizzare una chicca di nome Androsa FileProtecotr che permette di mettere al sicuro file sensibili o file personali che non devono essere utilizzati/visualizzati da persone non autorizzate che hanno accesso al pc e/o ai file. Con Androsa FileProtector è possibile, ad esempio, proteggere un file video o una cartella piena di immagini che potrebbero essere visualizzate da persone non autorizzate che utilizzano il computer. Il funzionamento è estremamente semplice, infatti una volta protetti i nostri files o cartelle, solo chi sarà in possesso della password utilizzata potrà accedere al contenuto protetto.

Caratteristiche Principali

  • Gratuito: l’utente infatti sfrutta tutte le capacità del software senza pagare nessun genere di licenza commerciale.
  • Portabile: è infatti disponibile la versione dedicata alle PenDrive USB.
  • Sicurezza: avanzato di crittografia AES – 256 bit / 192 bit / 128 bit – TripleDES 192 bit DES 64 bit.
  • Velocità: è in grado in pochi minuti di proteggere GB di dati.
  • Versatilità: Protegge file e cartelle anche con la creazione di file eseguibili (.exe) auto-decrittografanti.
  • Compressione: comprime i file prima di proteggerli, riducendo lo spazio utilizzato.
  • Tasto destro del mouse: integrazione con il menù contestuale di Windows.
  • Linguaggi: Italiano e Inglese.

Altre

  • Eliminazione sicura dei file.
  • Creazione nomi casuali per i file protetti.
  • Statistiche di protezione in tempo reale.
  • Drag & Drop da Windows.
  • Possibilità di gestione tramite barra di sistema (SysTray).
  • Sistema di aggiornamento automatico .
  • Possibilità di ordinare e raggruppare i file nella lista principale.
  • Sistema automatico di protezione contro password “deboli”.
  • Sistema di verifica contro la modifica e/o corruzione di file protetti.
  • Sistema creazione/eliminazione automatico delle copie di backup.
  • Possibilità di interrompere/riprendere la protezione.
  • Suggerimento password.
  • Sistema di protezione contro la sovrascrittura accidentale dei file.
Impostiamo il programma in italiano: Tools/Language/Languages Manager e selezionare “Italiano”

1)File > Aggiungi File(s): viene utilizzato per selezionare manualmente i file da aggiungere alla lista.

2) File > Aggiungi Directory(s) viene utilizzato per selezionare una cartella ed aggiungere tutti i file che essa contiene. Nel caso in cui la cartella contenesse a sua volta altre cartelle (sottocartelle) viene visualizzata una schermata dove è possibile scegliere se:

  • Aggiungere tutti i file di tutte le sottocartelle.
  • Aggiungere solo la cartella selezionata ignorando i file delle sottocartelle.
  • Aggiungere i file contenuti nelle cartelle selezionate dall’utente.

3) Drag & Drop: è un metodo utilissimo che permette all’utente di selezionare direttamente da Windows i file o le cartelle (in questo caso verranno aggiunti tutti i file delle sottocartelle) che desidera proteggere / ripristinare e “trascinarle” all’interno della lista di Androsa FileProtector, i file verranno aggiunti in modo automatico.

Tasto destro del mouse Dopo l’installazione, infatti, viene aggiunto il menu “Androsa FileProtector System” al click destro sui file e/o cartelle in Windows Explorer. Selezionando i file e/o le cartelle e premendo sul menù contestuale verrà aperto Androsa FileProtector direttamente nella schermata di scelta della password.

Protezione Una volta selezionati i file da proteggere e premuto il tasto “Proteggi / Ripristina” si aprirà la schermata di protezione nella quale potremo scegliere l’algoritmo di protezione e una password senza la quale non sarà più possibile visualizzare il contenuto del file o cartella che stiamo proteggendo.

Opzione protezione GENERALE

“Algoritmo usato”: indica il tipo di algoritmo con cui proteggere i file. Per file protetti che devono essere ripristinati l’algoritmo verrà selezionato in automatico dal software in base a quello utilizzato per la protezione del file.
“Password”: indica la password con cui sarà possibile ripristinare i file (o nel caso ci siano file protetti selezionati, la password con cui si cercherà di ripristinarli). Consigli: è disponibile a fianco della password un indicatore grafico che mostra la sicurezza della password, maggiori sono le barrette e migliore sarà la protezione offerta. “Salva l’attuale configurazione”: questo tasto è utilizzato per salvare come configurazione di default le attuali opzioni selezionate.
Chiarimenti sulla protezione: una nuova versione di Androsa FileProtector è in grado di ripristinare tutti i file protetti con versioni precedenti del software.

  • Tutti i file protetti saranno completamente crittografati e trasformati in file .afp
  • I file protetti con Androsa FileProtector potranno essere ripristinati solo se si è a conoscenza della password (case-sensitive) con cui è stato protetto.

Opzioni protezione AVANZATE

“Elimina i file sorgenti dopo le operazioni protezione/ripristino”: i file selezionati per la protezione verranno eliminati lasciando solo i rispettivi file protetti.
“Scrittura sicura”: verrà utilizzato un sistema di sicurezza contro la sovrascrittura accidentale dei file. Se la protezione è attiva e si cerca di sovrascrivere un file esistente verrà creato un file con un nome molto simile, ad esempio: file.txt diventerà file(1).txt
“Suggerimento password”: in modo assolutamente facoltativo, è possibile inserire una parola od una frase che aiuta a ricordare la password al momento del ripristino. La frase inserita sarà visualizzabile da chiunque, quindi, un suggerimento troppo chiaro può garantire l’accesso a persone non autorizzate.
“Archivio Auto-Decrittografante (SDX Archive)”: selezionando “Crea un archivio SDX” tutti i file selezionati verranno protetti con l’algoritmo e la password scelta (i file già protetti verranno protetti nuovamente) e inseriti in un file .exe in grado di ripristinare i file che contiene anche su sistemi dove non è installato Androsa FileProtector. (Questa funzione è molto utile quando si ha la necessità di protezione e portabilità dei file al tempo stesso!)
“Percorso nel quale l’SDX verrà creato”: il percorso\nome_file  dove il file SDX verrà creato. Le cartelle che non esistono verranno create.
“Inserisci l’archivio SDX in un file compresso”: sarà possibile, una volta creato il file SDX (.exe), comprimerlo in un archivio .zip. Questa funzione è molto utile quando ad esempio si vuole spedire un file protetto via email o hostarlo su un server web.

TAB SICUREZZA

“Genera nomi casuali per i file protetti”: tutti i file protetti avranno nomi casuali che ne impediranno il riconoscimento. Al momento del ripristino i file verranno rinominati automaticamente con il loro nome originale.
“Mantieni ‘data ultima modifica’ del file originale”: i file manterranno tale l’attributo invariato dopo la protezione impedendo di sapere quando il file è stato  modificato.
“Metodo cancellazione file(s)”: in questa sezione è possibile scegliere il modo in cui i file vengono eliminati nelle varie operazioni di protezione/ripristino:
“Cancellazione Normale”: i file vengono eliminati come tutti i file di windows (è possibile recuperare i file eliminati) “Cancellazione Rapida Sicura”: questo metodo offre una discreta protezione dei file cancellati Cancellazione con sovrascrittura: questo metodo offre una elevata protezione dei file (molto difficilmente si riusciranno a recuperare i file eliminati)
“Cancellazione con sovrascrittura”: questo metodo offre una elevata protezione dei file (molto difficilmente si riusciranno a recuperare i file eliminati)

  • 1 / 2 / 3 Passaggi: Indica l’efficacia della protezione, maggiore sarà il numero di passaggi maggiore sarà la protezione fornita ma aumenterà il tempo impiegato per l’eliminazione.

Domande Frequenti

D: Cosa sono gli algoritmi di protezione?
R: Gli algoritmi di protezione di cui dispone Androsa FileProtector sono i metodi attraverso i quali è possibile proteggere i file.
D: Quale algoritmo è meglio scegliere per la protezione?
R: Almeno che non si abbiano delle esigenze specifiche è consigliato utilizzare l’algoritmo Rijndael 256 bit che offre una altissima sicurezza dei file ed una ottima velocità di protezione.
D: Cos’è un Archivio Auto-Decrittante (SDX) ?
R: Un archivio SDX è un file .exe che contiene uno o più file protetti. Eseguendo l’SDX si potranno estrarre i file che contiene senza che nel sistema sia installato Androsa FileProtector.
D: Perchè di default Androsa FileProtector crea dei file di backup?
R: La creazione dei file di backup è un sistema di sicurezza contro la perdita di dati durante la protezione. Questo comporta un notevole allungamento del tempo totale della protezione ed è possibile disattivare questa impostazione da “Opzioni > Protezione”. Si può disattivare con una certa sicurezza dato che non sono mai stati persi dati durante la protezione!

MAGGIORI INFORMAZIONI
FILE PROTECTOR (CHIAVETTA)
SITO UFFICIALE DOWNLOAD FILE PROTECTOR (INSTALLER)

Leggi anche: