Le chiavette USB sono divenute un accessorio tecnologico diffusissimo tra gli utilizzatori di PC, grazie alla loro semplicità d’uso e al costo ormai alla portata di tutti: oggi giorno con pochi euro si possono infatti acquistare pendrive con capacità dell’ordine dei GB e quindi in grado di memorizzare migliaia di file di grandi dimensioni. Se abbiamo una pendrive da 4 GB o superiore, questa diventa un vero e proprio hard disk portatile, ma con qualche piccolo trucco (superando i limiti del sistema operativo che non riconosce la chiavetta come un vero disco rigido esterno e di conseguenza non consente l’esecuzione di alcune operazioni) possiamo partizionarla e formattarla, in modo da migliorare sensibilmente le prestazioni in fase di lettura e scrittura dei dati e farla riconoscere al nostro PC come un vero Hard Disk.
Generalmente Windows consente di creare su una chiavetta USB solo una partizione. È possibile, però, apportare alcune modifiche al registro di sistema in modo che la pendrive venga riconosciuta dal sistema come un normale hard disk e sia consentito compiere su di essa normali operazioni come il partizionamento. In questo modo è possibile rendere la pendrive avviabile in XP, Vista, Seven, Linux o nei computer Apple.

Basta scaricare i driver giusti dal seguente link, e apportare qualche piccola modifica. Dopo avere “trasformato” la pendrive in un hard disk esterno è possibile partizionare la chiavetta utilizzando gli strumenti di Windows (XP,Vista o Seven). è importante ricordare che la pendrive sarà vista come un Hard Disk solo con i driver che andremo ad integrare, anche le partizioni saranno visibili solo sui PC che dispongono di tali driver. Su qualsiasi altro sistema sarà disponibile invece solo la prima partizione attiva (formattata con FAT per essere compatibile con PC e Mac), mentre le altre (ed i dati in esse contenute) saranno invisibili, il tutto a favore della propria privacy!

1. Apriamo l’editor del registro di sistema (Start/Esegui, digitare regedit e premere OK) e raggiungiamo la chiave HKEY_LOCAL_MACHINE\SYSTEM\ControlSet001\Enum\USBSTOR facciamo clic col tasto destro del mouse sulla sottochiave di nome Disk&Ven_&Prod_Flash_USB_DISK_2.0_&Rev_PMAP (il nome potrebbecambiare da PC a PC) e selezioniamo la voce Copia nome chiave.

2. incolliamo il risultato su Notepad (per aprirlo digitiamo notepad in Start/Esegui e diamo OK): otterremo una stringa del tipo HKEY_LOCAL_MACHINE\SYSTEM\ControlSet001\Enum\USBSTO\Disk&Ven_&Prod_Flash_USB_Disk_2.0_&Rev_PMAP.

3. A questo punto scompattiamo in una cartella del disco rigido i driver che abbiamo scaricato in precedenza e apriamo il file cfadisk.inf in ogni riga in cui è presente la stringa %Microdrive_devdesc% = cfadisk_install, inseriamo dopo il termine install la voce USBSTOR\Disk&Ven_&Prod_Flash_USB_Disk_2.0_&Rev_PMAP, estratta dalla stringa precedentemente copiata su Notepad.

4. Da Gestione periferiche/dispositivi clicchiamo col tasto destro sul nome della pendrive e scegliamo la voce Aggiorna software driver; selezioniamo Cerca il software del diver nel computer/scegli manualmente da un elenco di driver di dispositivo nel computer, clicchiamo su Disco driver e scegliamo il file .inf appena modificato.

5. Forziamo l’installazione del driver e riavviamo il sistema al termine della procedura: la pendrive sarà vista dal sistema come un comune hard disk. Per verificarlo, inseriamo la PenDrive, clicchiamo Risorse del computer/Computer, col tasto destro clicchiamo sul nome della chiavetta e scegliamo Proprietà: nella scheda Generale, in Tipo leggeremo Disco Locale al posto di Disco rimovibile.

6. Connettiamo al PC la pendrive rilevata dal sistema come un hard disk , andiamo in Start/Pannello di controllo/Strumenti di amministrazione/Gestione computer e facciamo clic sulla voce Gestione dischi per visualizzare tutte le unità di memorizzazione disponibili. Clicchiamo col tasto destro sulla barra corrispondente alla pendrive e selezioniamo Elimina Volume per rimuovere tutte le partizioni dalla chiavetta.

7. A questo punto clicchiamo col tasto destro e selezioniamo la voce Nuovo volume semplice (Nuova partizione in Windows XP).

8. Scegliendo nel wizard l’opzione Partizione primaria ed indicando la dimensione della partizione, che deve essere inferiore alla capacità massima della chiavetta per lasciare spazio ad ulteriori volumi.

9. Proseguiamo con il wizard e scegliamo il file system con cui formattare la partizione, che dovrebbe essere FAT per renderla compatibile con qualsiasi PC o Mac. A questo punto clicchiamo col tasto destro sulla zona “vuota” della pendrive e creiamo in modo analogo un nuovo volume, che potrà essere formattato in NTFS o Ex-FAT.

10. per ottenere una partizione più efficiente. Ricordo che questa partizione della chiavetta viene rilevata, ed è quindi accessibile in lettura/scrittura, solo sui PC su cui sono stati installati i driver visti in precedenza.


TUTTO COME PRIMA!

Dal momento che automaticamente avremo convertito la nostra PenDrive con file system di tipo RAW, con gli strumenti a disposizione in Windows, non sarà possibile la conversione per tornare allo stato precedente e far riconoscere al sistema la memoria rimovibile, in questo caso ci viene in aiuto HDD Low Level Format Tool, vediamo come procedere:

1. Installiamo il tool, selezioniamo la PenDrive e clicchiamo su Continue.

2. Spostiamoci nel Tab Low Level Format e formattiamo a basso livello.

MAGGIORI INFORMAZIONI
DOWNLOAD

Leggi anche: