QUESTO ARTICOLO E\' DIVISO IN PIU\' PAGINE

La versione stabile non aggiornata da mesi, gli update per le liste che arrivano a singhiozzo, una caccia alle streghe sempre più dura ai danni degli appassionati di file sharing: insomma, per PerrGuardian, il miglior programma di filtraggio degli IP, sembrava fosse davvero arrivato il momento per chiudere i battenti. Almeno finchè uno degli sviluppatori ha ripreso il codice del programma per dare vita a un nuovo progetto. Il risultato è PeerBlock, una sorta di clone del suo predecessore con un nuovo elenco di liste, qualche miglioramento sotto il profilo della stabilità e, soprattutto, la compatibilità con le più recenti versioni dei sistemi operativi Microsoft.

FIANCO A FIANCO ?

PeerGuardian si era guadagnato una solida fama di indispensabile alleato per gli appassionati del P2P e dei Torrent. Si trattava, infatti, dell’unico programma in grado di bloccare intrusioni dannose o potenzialmente pericolose, come quelle dei falsi Server eDonkey o dei Bot che registrano l’indirizzo IP di chi usa i programmi di file sharing. Tutto questo offrendo un sistema di controllo relativamente semplice e accessibile per tutti.

Tuttavia il passaggio del testimone da PeerGuardian non è comunque così scontato. Nonostante l’annuncio sul sito ufficiale della cessazione del progetto, sembra che qualcosa si stia ancora muovendo. Al punto che la Realese Candidate messe in cantiere per Vista e 7 potrebbero approdare a una versione definitiva, finendo per affiancarsi al nuovo PeerBlock. Solo un doppione, dunque ? Niente affatto. PeerBlock, ad esempio, crea problemi su alcuni PC equipaggiati con Vista, laddove la corrispondente versione instabile di PeerGuardian offre maggiore affidabilità. Meglio quindi approfittare della possibilità di scelta, verificando caso per caso quale dei due funziona meglio sul nostro computer.

1.Installazione PeerBlock 2. Le liste, ma quali ?
1. Dopo aver Scaricato PeerBlock, procediamo con l’installazione guidata. Ovviamente ricordiamo che eseguendo il programma su Windows 7/Vista si presenterà la finestra di controllo account utente, inutile dire che per proseguire dovremo rispondere SI.
 

2. Al primo avvio saremo di fronte alla finestra PeerBlock Startup Wizard. Questa procedura guidata ci aiuterà a scegliere alcune impostazioni standard nel modo più efficace! clicchiamo su Next per proseguire, successivamente noteremo due opzioni riguardanti il blocco o il consenso delle liste, come quelle dei falsi Server eDonkey o dei Bot che registrano l’indirizzo IP di chi usa i programmi di file sharing:

  • Il nostro consiglio è quello di selezionare le liste dedicate a P2P, Ads e Spyware, mentre il blocco del protocollo HTTP, che in realtà indica l’estensione dei controlli alla porta 80 e 443 su cui opera abitualmente, la lasciamo a vostra discrezione. Questo perchè va ricordato che potrebbe creare interruzione, alle connessioni che passano attraverso queste porte.
  • Opzionale invece l’abilitazione dell’altra lista. Educational, si occupa invece delle reti universitarie, e non certo perchè queste vengono impiegate contro chi si diletta col P2P. La preoccupazione di computer collegati alle reti universitarie, è che troppo spesso sono “abbandonati a se stessi”. senza manutenzioni e controlli sull’eventuale presenza di virus. Da quì la scelta degli sviluppatori, motivata dal rischio che reti così vulnerabili vengano trasformate in piattaforme di lancio per spam o peggio.

NOTA: Il limite nell’uso di quest’ultima, per cause non del tutto chiarite, è che rischia di provocare conflitti con la procedura di Update, che a volte viene addirittura bloccata. Se intendiamo attivare comunque il filtro della lista Educational, possiamo adottare come precauzione la sua provvisoria disabilitazione quando vogliamo effettuare il download degli aggiornamenti.

3. Configurazione Update 4. Sezione Protection
3. Qui troviamo le impostazioni relative agli update di PeerBlock. Per quanto riguarda il tempo di aggiornamento noi consigliamo di scegliere ogni altro giorno (every other day). Consigliamo anche di selezionare le due opzioni di aggiornamento di PeerBlock e delle liste. Premiamo Avanti/Fine. A questo punto il programma caricherà le liste aggiornate.
 

4. La finestra principale di PeerBlock si divide in due pagine: Protection e Settings. Per accedere a una pagina basta cliccare sul Tab omonimo. Sezione protection:

  • Pulsante Disable/Enable: serve per disabilitare/riabilitare il filtro ip di PeerBlock.
  • Pulsante List Manager: serve per controllare i tipi di liste usate da PeerBlock. Con il pulsante create list si può addirittura inserire una lista personale presente nel pc (che vediamo in seguito).
  • Pulsante Check Updates: serve per controllare la presenza di aggiornamenti per il programma o per le liste.
  • Pulsante Clear Log: serve per pulire il log degli ip mostrato nella finestra sottostante.
  • Pulsante View History: serve per aprire una finestra contenente i log della cronologia.
  • Pulsante Allow/block HTTP: serve per permettere o bloccare le connessioni Http.

Leggi anche:

 

QUESTO ARTICOLO E\' DIVISO IN PIU\' PAGINE

« 1 2 Articolo Intero»