QUESTO ARTICOLO E\' DIVISO IN PIU\' PAGINE

Trenta anni fa nacque il Walkman che permetteva di ascoltare musica ovunque, ma non era digitale, oltre che essere ingombrante e poco capiente. Da allora ci sono stati diversi tentativi di sostituire il vecchio dispositivo mangiacassette con qualcosa di più tecnologico. La vera rivoluzione tecnologica arrivò finalmente nel 2001 quando Apple presentò al mondo l’iPod diventando subito un oggetto di culto. IPod non si traduce solo con praticità, e facilità di utilizzo, ma è diventato a tutti gli effetti un oggetto di desiderio e al tempo stesso status symbol. La messa in produzione dell’ipod ha smobilitato conseguentemente un indotto con un fatturato enorme, parliamo quindi degli accessori più svariati. Ma quanti ce ne sono , di che tipo? Ecco quindi la guida più completa del web per la scelta di ogni tipo di accessorio creato per il nostro gioiellino

UNA GIORNATA CON L’iPOD

Anni fa è arrivata la fatidica era dell’informazione e, come predicava Nicholas Negroponte alla fine del secolo scorso, a contare non sono più gli atomi, ma i bit. Si spostano assai più facilmente e pesano assai meno. Si sviluppa così un’idea di vita i cui cardini sono: andare ovunque, accedere a qualunque cosa da qualunque posto, e non doversi per questo portare in giro (quasi) niente. Nomadismo high-tech, viene battezzato, e i precetti chiave sono: leggero, libero e, soprattutto, “portatile”. I voluminosi e inamovibili computer da scrivania sono guardati con sottile disprezzo, e i telefoni ancora legati a un filo hanno il blando “charme passé” di una stufa a legna. A questa tendenza poteva forse sottrarsi la musica, la più immateriale delle arti ? di conseguenza, potevano mancare tutti gli accessori che stiamo per presentarvi ?

LINK
Suona la sveglia, e con le note della vostra musica preferita ha inizio il nuovo giorno. Non si tratta di una comune sveglia, naturalmente, ma di un iPod appositamente attrezzato. Esistono vari accessori con questa funzione, ma il più sofisticato è sicuramente JBL On Time, una sveglia con altoparlanti di alta qualità. (offerte a partire da 179,00 a 300,00 euro).
LINK
Una volta ritornati così nel mondo dei vivi, vi trascinate in bagno o, in piscina, senza lasciare in giro però il prezioso strumento. Per proteggerlo delle vostre abluzioni mattutine, da Atlantig Ego arrivano gli altoparlanti impermeabili da bagno. Disponibile varie versioni, dalle ICE fino alla ICEBAR per arrivare alla ICEBAR2. (offerte a partire da 129.99 $, 25 $ e 72 $, ovvero 92,00 18,00 e 50,00 euro circa).
LINK
Non dimenticate comunque di tirare a lucido anche il vostro piccolo compagno, con la linea di detergenti e accessori per la pulizia iCleaner, che fanno sparire dal suo “plastico viso” ogni piccolo graffio, e gli ridonano lo splendore della perduta giovinezza. (offerte a partire da  30,00 a 45,00 euro).
LINK
Lavati e stirati ? Allora è tempo di fare colazione, potete continuare l’ascolto con l’aiuto dell’alloggiamento per iPod progettato da iHomeAudio, dotato anche di sintonizzatore radio. (offerte a partire da 49,00 dollari, 34,00 euro).

L’ABITO PER L’iPOD

C’è chi pensa che l’iPod, nella sua “rarefatta essenzialità”, sia già intrinsecamente perfetto, e vada mostrato al mondo così com’è. In quest’ottica, rivestire l’iPod appare di cattivo gusto, come mettere il cappottino scozzese al cane. È pur vero, tuttavia, che l’iPod è un oggetto assai delicato:è noto che le immacolate superfici cromate e la lucidità del display resistono difficilmente alle asprezze del trasporto. Per tacere dell’opportunità di proteggere dagli urti almeno un minimo il prezioso disco fisso all’interno. Ecco allora fiorire un’ampia offerta di custodie.

LINK
Sul solo sito di Apple se ne trovano a volontà:in plastica, in pelle, in neoprene. E ancora:sottili, imbottite, impermeabili,trasparenti, colorate o fantasia. La scelta è ampia, come ampio è il grado di sobrietà. Nel momento in cui si vuole vestire l’iPod, infatti, l’utilità non è l’unico criterio possibile. Si trovano così  custodie di pelliccia sintetica, leopardate, a forma di animale o altro ancora.
LINK
C’è invece chi mira innanzitutto a dare tono alla propria persona, e magari non gradisce che l’iniziale elitarismo dell’iPod si sia stemperato con il suo recente successo,che l’ha reso un oggetto quasi popolare. Non manca in tal caso la possibilità di dotarsi di qualche costoso segno di distinzione. Le custodie firmate Louis Vuitton dal caratteristico motivo. (a 195 euro).
LINK
Il massimo, però, è probabilmente la principesca serie di custodie Crystalmini. Tempestate di cristalli Swarovski e realizzate a mano, costano più dell’iPod stesso: 650 dollari (circa 510 euro) il prezzo minimo, per arrivare ai 1.700 dollari (circa 1.335 euro) per i disegni più elaborati. In fin dei conti, un iPod è per sempre..!

SEMPRE IN MOVIMENTO

È il momento di uscire. Lunghe mezz’ore al volante, nel traffico, sono inevitabili per molti. Meglio dunque attrezzare debitamente anche il veicolo.

LINK
Un’ottima soluzione per ascoltare la musica in macchina, senza dover predisporre alcun impianto speciale, è un trasmettitore FM che crea a tutti gli effetti una piccola stazione radio privata per la vostra macchina, dove l’iPod trasmette e sulla quale potete sintonizzare l’autoradio; diversi modelli si trovano nella famiglia TransPod di DLO (da 70 dollari, 55 euro).
LINK
Per chi possiede ancora una vecchia autoradio con mangiacassette, un’alternativa più economica è iCarPlay, che consiste in una specie di audiocassetta da inserire nel lettore, la quale è collegata all’iPod attraverso un cavo (20 dollari, 15 euro).
LINK
Si può infine collegare il lettore di Apple all’automobile attraverso un navigatore satellitare appositamente predisposto; TomTom propone un kit di connessione che permetterà di usare lo schermo e i comandi dei navigatori di ultima generazione anche per controllare l’iPod. (79,00 euro)
LINK
L’automobile, comunque, non è l’unico mezzo di trasporto dove volete la vostra musica. Se preferite una sana pedalata in bicicletta, potrete considerare di fissare l’iPod al manubrio con l’apposito iBikeMount, tenendo però presente che guidare un veicolo con le cuffie è un’attività piuttosto pericolosa. (30 dollari, 24 euro)
LINK
Resta comunque il mezzo pubblico il veicolo migliore per gustarsi in tranquillità mezz’ora di relax; ma l’iPod può rivelarsi anche utile come guida: sul sito isubwaymaps.com si trova il necessario per trasformarlo in una mappa interattiva delle linee metropolitane di una ventina di città (tra cui anche Milano ma non Roma, per ora).
LINK
Nel caso il mezzo pubblico fosse molto rumoroso, caso purtroppo frequente, alzare il volume è un sistema buono più a danneggiarsi l’udito che a migliorare l’ascolto. Per queste evenienze ci si può dotare di un sistema di cuffie o auricolari con riduzione del rumore, che isolano notevolmente dall’ambiente, permettendo così un ascolto migliore e a livelli meno dannosi per l’udito. Ne esistono di vari prezzi e prestazioni; tra le soluzioni più drastiche citiamo i tappi-auricolari della Etymotic Research che si inseriscono nell’orecchio e arrivano a riduzioni del rumore dell’ordine dei 35 decibel. (150 euro)
LINK
Infine, sempre in tema di veicoli, non dimenticate quelli per portare a spasso il pupo. Anche qui, non ci si può certo lasciare alle spalle l’iPod. Il passeggino a tre ruote Jeep prodotto dall’americana Kolcraft è attrezzato con alloggiamento ad hoc e sistema di amplificazione integrato.
Continua la guida utilizzando il Frame sottostante

Leggi anche:

 

QUESTO ARTICOLO E\' DIVISO IN PIU\' PAGINE

« 1 2 Articolo Intero»