QUESTO ARTICOLO E\' DIVISO IN PIU\' PAGINE

PREPARIAMO UNA MACCHINA VIRTUALE

1. Per non avere sorprese 2. La dimensione ideale da usare
1. Possiamo scegliere se creare un disco fisso a dimensione fissa o variabile. La seconda è preferibile perché non rischiamo che l’occupazione sfugga al nostro controllo. 2. VirtualBox usa un semplice file per emulare il disco fisso. La prima cosa da fare è deciderne la dimensione. Teniamo conto che dovrà ospitare il sistema operativo e i dati aggiuntivi.
3. Abbastanza spazio disponibile 4. Controlliamo il riepilogo
3. Scegliamo dove salvarlo e la sua dimensione. Cerchiamo di usare un unità con una certa quantità di spazio libero in modo da evitare sovraccarichi alle altre applicazioni. 4. L’ultimo passaggio della creazione del disco fisso ci mostra tutti i parametri che abbiamo inserito. Volendo possiamo tornare indietro per modificare qualcosa.
5. Tutti i dati sotto controllo 6. Ecco la nostra macchina virtuale
5. Dopo avere deciso come organizzare la macchina virtuale e creato il disco fisso, possiamo vedere tutti i dati. Anche in questo caso possiamo correggere le nostre scelte. 6. Il pannello a sinistra contiene tutte le macchine virtuali, quello di sinistra i dettagli. Facendo clic su una voce possiamo modificarne le impostazioni.

Leggi anche:

 

QUESTO ARTICOLO E\' DIVISO IN PIU\' PAGINE

« 1 2 3 4 5 Articolo Intero»