HFS (HTTP File Server) è un piccolo programma che permette di condividere, temporaneamente o in modo permanente, file e cartelle in rete locale e su Internet, con non più di un paio di clic del mouse. HFS, già visto in azione in questa recensione , è estremamente versatile, ed è basato su un’interfaccia Web tramite la quale è possibile caricare o scaricare i file condivisi. Ecco come condividere rapidamente una cartella con questo strumento di cui, non lo nascondo, sono un vero e proprio fan…

CONDIVIDERE FILE CON HFS

1. Download HFS 2. Accesso facilitato col tasto destro
1. HFS è un programma gratuito, e si scarica al seguente indirizzo. Non necessita di installazione: si tratta di un unico file eseguibile (HFS.exe) di appena 600 Kb. Scaricatelo, copiatelo in una cartella qualunque (per essere ordinati potreste creare una cartella ad hoc, come C:\Program Files\HFS) e lanciatelo con un doppio clic.

2. Va precisato che HFS non crea quindi una reale cartella condivisa tra più computer come accade con SMB, bensì permette di prelevare o caricare i file da un unico PC, che fa da server (ma senza tutte le complesse configurazioni che i server solitamente richiedono). Detto questo, probabilmente l’antivirus segnalerà il programma come Virus, ma non preoccupatevi è un falso positivo, basterà creare una regola e procedere come da guida. Al primo avvio HFS ci propone di aggiungere un comando al tasto destro del mouse.

3. Configuriamo la porta per comunicare 4. Il nostro indirizzo IP
3. Ecco la finestra di HFS, già in azione. Appena sotto la barra del titolo dovete fare clic sul pulsante “Port“: si tratta della porta di comunicazione usata da HFS, inizialmente impostata su “8080”. Cambiate questo valore con il numero “80”, che renderà più semplice le comunicazioni con altri dispositivi. Quindi fate clic anche su “You are in Easy mode” (e la scritta cambierà in “You are in Expert Mode“) e su “Server is currently OFF“. Quest’ultima operazione, di fatto, collegherà HFS alla rete.

4. Ora prestate attenzione: c’è da configurare l’indirizzo IP a cui far lavorare HFS. A tal fine, fate clic sul pulsante Menu e aprite la voce “IP address“. Se in questo sottomenu è presente più di un indirizzo possibile, quello “giusto” sarà con ogni probabilità uno che inizia con “192. 168.” o con “10.”, ovvero uno degli indirizzi solitamente usati nelle reti locali. Non prendete questa regola come oro colato, ma provate a seguire il nostro consiglio. HFS sarà raggiungibile a questo indirizzo, da qualunque dispositivo (PC e non) collegato all’interno della stessa rete: computer con altri sistemi operativi, console, smartphone e via dicendo. Basta che sul dispositivo ci sia un browser in grado di effettuare il download dei file.

NOTA: se intendete usare HFS anche per trasmettere file via Internet (cioè al di fuori della rete locale) non c’è alcuna configurazione particolare da portare a termine. Bisogna piuttosto agire sul modem o sul router, e associare alla porta 80 l’indirizzo IP del vostro computer. Non è un passaggio complicato, ma dipende strettamente dal modello di modem/router che vi trovate a utilizzare; vi rimandiamo quindi alla sua documentazione per maggiori informazioni.

5. Condivisione reale o virtuale ? 6. Creiamo l’account
5. Per condividere una cartella tramite HFS basta trascinarla con il mouse sulla finestra del programma. HFS vi porrà una domanda: utilizzare la cartella in modalità reale o virtuale? Una “cartella virtuale” è una semplice copia del contenuto della cartella, così come è nel momento in cui la si aggiunge a HFS. Una “cartella reale” è invece un collegamento effettivo alla cartella su disco: qualunque modifica alla cartella si ripercuoterà immediatamente anche sui file condivisi tramite HFS. Nel nostro caso dobbiamo selezionare la voce “Real Folder“.

6. file presenti nella cartella sono immediatamente disponibili per il download (nei i passi successivi vedremo come). L’ultimo passo da compiere è abilitare le funzioni di upload, ovvero la possibilità di caricare nuovi file dall’esterno. Fate clic destro sulla cartella, in HFS, quindi aprite le voci “Upload“, “Upload for accounts” e “New account“. Nella finestra che segue impostate un nome utente e una password.

7. Pieno accesso da qualsiasi postazione 8. Carichiamo i file
7. Fate clic sul pulsante “Open in browser“, in alto a sinistra, e attendete l’apertura della finestra del browser. Dovreste vedere la cartella appena aggiunta. Potete guardare al suo interno facendo clic con il mouse, e scaricare allo stesso modo i documenti che contiene. Per poter caricare dei file dovete effettuare il login, facendo clic sul pulsante Login in alto a destra e digitando utente e password così come li avete creati al passo precedente.

8. Una volta effettuato l’accesso, entrate nella cartella per cui avete abilitato il caricamento di file dall’esterno, e fate clic sul pulsante Upload, in alto a destra. Si aprirà una nuova finestra, da cui potrete selezionare i file da caricare in HFS. I file verranno scritti automaticamente all’interno della cartella su disco.

QUAL È IL MIO IP PUBBLICO?

Per trovare velocemente il nostro indirizzo IP su Internet (obbligatorio per accedere a HFS) visitiamo il sito whatismyip.com. Dobbiamo però ricordare che se l’IP è dinamico, cambia ogni volta che ci ricolleghiamo ad Internet. Per semplificarci la vita possiamo registrare un dominio di tipo miopc.no-ip.com e associarlo al PC di casa. In questo modo, per accedere tramite web potremo digitare direttamente miopc.no-ip.com al posto di 127.0.0.1. Colleghiamoci pertanto al sito Web noip.com e registriamoci per un NO-IP FREE. Dovremo semplicemente scegliere un dominio ed installare un software No IP DUC che si occuperà di tutto.

MAGGIORI INFORMAZIONI
SITO UFFICIALE DOWNLOAD

Leggi anche: