Spesso, quando cerchiamo dei file tramite le reti P2P, restiamo delusi perché non riusciamo a trovare il genere di documento desiderato. Da diversi anni uno dei software di file sharing che sta riscuotendo maggior successo è DC++: versione in linguaggio C++ del mitico Direct Connect. Molto simile per funzionalità di ricerca ai programmi concorrenti, ha l’indiscutibile vantaggio di essere costituito da un’interfaccia molto semplice , che permette in pochi secondi di collegarsi all’Hub che fa al caso nostro. Cos’è un Hub e come si scarica con Dc++? Rispondiamo nel dettaglio a queste domande.
Si tratta di un server che raccoglie e indirizza i file di tutte le persone che in quel momento vi sono collegate. Nella pratica non è altro che un indirizzo, un link, che se inserito nell’interfaccia di ricerca di DC++ permette di entrare a far parte di comunità che condividono file e passioni di ogni genere. Ad esempio, se cerchiamo DivX di film francesi degli anni ottanta, la soluzione ideale è trovare un Hub specializzato, costituito da “esperti” del settore, che ovviamente avranno decine di titoli condivisi sui loro hard disk. Gli Hub pubblici predefiniti in DC++ sono pochi, quindi meglio cercarne altri nella grande Rete, Basta andare su Google ed immettere le parole DC++ ed Hub. Un ottimo punto di partenza è il sito besthublist.com. che mette a nostra disposizione un completo e dettagliato elenco di Hub internazionali.
1. Download e impostazioni lingua 2. Inseriamo i nostri dati
1. DC++ è un programma open source. In altri termini, qualsiasi programmatore può contribuire a migliorarlo, elaborando direttamente il codice originale. Dalla pagina dei download del sito, possiamo scegliere se scaricare l’ultima versione del programma o direttamente il codice sorgente. Per evitare problemi con la lingua, dal menu File scegliamo Setting e da qui clicchiamo sulla finestra Appearance. Raggiungiamo il campo di selezione Language e, selezioniamo it:Italin. Confermiamo con OK e chiudiamo DC++. Al prossimo riavvio del software, DC++ parlerà la nostra lingua.

2. Uno degli aspetti più complessi, nell’utilizzo di un software di file sharing, riguarda l’impostazione dei parametri di connessione. Dal menu file scegliamo Impostazioni e nella parte superiore della finestra che compare inseriamo i nostri dati personali, per renderci reperibili e visibili quando accediamo ad un Hub, ovvero ad un server di condivisione file.

3. La giusta connessione 4. Regoliamo il download
3. Spostiamoci nella sezione Informazioni di Connessione (non tutto è tradotta a dovere) scegliamo il tipo di connessione di cui disponiamo. Se utilizziamo una connessione tradizionale tralasciamo di selezionare le voci nella sezione inferiore. Se invece ci troviamo dietro un firewall, cosa molto probabile se usiamo DC++ dall’ufficio o dall’università, è necessario selezionare la voce Passive Mode.

4. La sezione relativa alle impostazioni Download permette di indicare, nelle prime due caselle, una directory per i file scaricati ed una per quelli temporanei. È importante tenere ben distinte le due folder, perché come si può verificare dopo qualche sessione di download, è facile ritrovarsi con un cartella piena di file temporanei inutilizzabili.

5. Questione di Slot 6. Apriamo il nostro PC alla condivisione
5. Nel menu Impostazioni, nella pagina Downloads, occorre indicare i parametri per gestire al meglio il trasferimento dei file. DC++ può gestire più download in contemporanea e il numero massimo è definito dalla casella Download Massimi simultanei. Se disponiamo di una connessione non troppo veloce, meglio non indicare numeri superiori a tre.

6. Aspetto importante è la selezione delle cartelle del nostro hard disk, che contengono i file da condividere. Per evitare che qualcuno metta le “mani” dove non espressamente autorizzato, accedendo a file riservati, nella pagina Condivisione avremo la possibilità di scegliere cosa condividere. Si possono indicare più directory ed i parametri per limitare l’accesso al nostro PC. Nella sezione in basso impostiamo un numero di Slot in Upload non inferiore a tre, perché molti Hub ci negheranno l’accesso se non soddisfiamo tale requisito.

7. Anche l’occhio vuole la sua parte 8. A caccia di comunità
7. Tra le tante opzioni personalizzabili di DC++, merita un cenno particolare la possibilità di selezionare i colori dell’interfaccia. Per creare un software su misura, clicchiamo sull’etichetta Aspetto/Colori e Suoni e da qui sul pulsante Seleziona colori finestra. Si aprirà cosi una tavolozza, nella quale potremo scegliere il colore da attribuire alle finestre di DC++.

8. Selezionando il pulsante Hub Pubblici, si aprirà la finestra di collegamento ad uno degli Hub predefiniti. Da qui potremo inserire manualmente un indirizzo diverso. L’inserimento manuale prevede che l’indirizzo dell’Hub venga scritto nell’apposito spazio. Selezionando il pulsante Configura in basso alla sezione Liste Hub Pubblici Configurati. In alternativa basterà cliccare il menu File/quick connect.

NOTA: Il sito besthublist.com ci fornisce centinaia di Hub pubblici da provare.

9. Un Hub da non perdere 10. Ricerca e download
9. Uno degli Hub più frequentati e allo stesso tempo uno dei pochi ad accesso libero (in cui si può entrare senza condividere diversi GB di file o connessioni da 10 Mbit/s) è www.raulken it Gli utenti collegati sono tanti e non sarà difficile trovate ciò che cerchiamo. Quando ci colleghiamo all’Hub, compaiono nella finestra principale le indicazioni sulla “politica” di Raulken. Anche in questo caso, la regola da osservare è una sola: “non condividere file che non vorresti mai scaricare”!

10. Nel menu file scegliamo la voce Ricerca e dopo aver selezionato i parametri di ricerca, premiamo sull’apposito tasto. Nella finestra dei risultati, cicchiamo con il tasto destro del mouse sul nome del file che fa al caso nostro e dal menu contestuale che compare scegliamo la voce Download. Per comunicare con la persona che sta condividendo il file che ci interessa, selezioniamo la voce Invia Messaggio Privato.

11. Comunicare nell’Hub 12. Colori e simboli
11. In linea con le potenzialità dei migliori software di file sharing, DC++ permette di gestire la comunicazione con gli utenti presenti nell’Hub, tramite messaggi personali. Inoltre, selezionando un utente con il tasto destro del mouse e cliccando su Scarica Lista file, potremo vedere la lista completa dei file messi a disposizione da quel particolare utente.

12. Gli utenti collegati agli Hub vengono contrassegnati da particolari icone. Il verde rappresenta gli utenti normali, il blu identifica il nostro personaggio, il simbolo dì una chiave indica gli amministratori dell’Hub, e per concludere, gli utenti con il simbolo di un muretto sono quelli che si trovano dietro un firewall. Se anche la nostra connessione è protetta da firewall non potremo scambiare file con gli altri utenti “del muretto”.

RICERCHE MULTIPLE

L’uso ottimale di DC++ e quello di utilizzare contemporaneamente più finestre di ricerca. Ogni volta che ci colleghiamo ad un Hub si apre una finestra specifica segnalata da etichette poste nella parte inferiore dell’itterfaccia. Lo stesso accade per le ricerche: i risultati sono visualizzati in finestre diverse, limitando cosi i rischi di perdere la lista dei file trovati e non ancora scaricati.

DARE PER AVERE!

DC++ nasce con l’intento di raccogliere intorno ad alcuni temi un nutrito gruppo di appassionati. In quest’ottica, per evitare inutili perdite di tempo e l’intrusione di estranei, la maggior parte degli amministratori blocca l’accesso agli “estranei”. Chi è considerato estraneo? Beh, chiunque non metta a disposizione una certa quantità di file (numero o MB) del genere condiviso nell’Hub o chi, peggio ancora, diffonde file “bannati”, del tipo cartelle temporanee, file .dlc di JDownloader e file incompleti. Come dicevano gli antichi romani: “do ut des!”.

MAGGIORI INFORMAZIONI
SITO UFFICIALE DOWNLOAD
LISTA HUB PUBBLICI DOWNLOAD PORTABLE

Leggi anche: