L’ultimo sistema operativo Windows 7, porta con se anche la possibilità di gestire i file VHD, un formato usato per creare hard disk virtuali che hanno le stesse caratteristiche di un disco reale. In un hard disk virtuale VHD, si possono semplicemente archiviare i file, oppure usarlo come base per avviare un sistema operativo. In pratica non è altro che un disco rigido virtuale che viene incapsulato in un singolo file. Questo file può ospitare praticamente qualsiasi sistema operativo, windows e non, e di supportare le operazioni standard del disco. Oggi vedremo come creare un disco fisso virtuale e nei successivi articoli vi mostreremo come sfruttarlo per automatizzare il processo di backup dei nostri dati

COME CREARE UN HARD DISK VIRTUALE IN WINDOWS 7

1. Creare un Disco Virtuale 2. Impostazioni proprietà del disco
1. Premiamo contemporaneamente i tasti Windows + R e nel menu Esegui digitiamo diskmgmt.msc seguito da Invio. Nella schermata Gestione Disco clicchiamo sul menu Azione/Crea File VHD.

2. In “Percorso” specifichiamo il percorso e il nome del file VHD che si vuole creare. In “Dimensione Disco Rigido Virtuale” indichiamo la dimensione del file VHD, mentre in “Formato Disco Rigido Virtuale” specifichiamo se si vuole allocare subito lo spazio per il file VHD, oppure se si vuole un’espansione dinamica e graduale fino al raggiungimento della quota massima.

3. Inizializzare il disco 4. Basta un clic
3. Immediatamente comparirà un nuovo disco non inizializzato e non ancora formattato. Per prima cosa bisogna inizializzarlo: clicchiamo col tasto destro sul disco e poi su “Inizializza Disco”.

4. Nella finestra successiva selezioniamo solo l’opzione MBR e premiamo OK.

5. Creare un nuovo volume 6. Assegnare le dimensioni
5. Per creare un volume nello spazio non allocato clicchiamo col tasto destro del mouse e selezioniamo “Nuovo volume semplice”.

6. Cliccando due volte su Avanti si assegnerà all’unità la massima dimensione disponibile.

7. Assegnare la lettera unità 8. Con quale file system ?
7. Quindi, attraverso la successiva schermata, si potrà scegliere la lettera identificativa da associare al disco virtuale.

8. L’ultimo passo consiste nel selezionare il file system da usare, nello specificare un’eventuale etichetta per l’unità ed eventualmente nell’attivazione della formattazione veloce.

9. Creazione avvenuta con successo 10. Creazione avvenuta con successo
9. Il disco virtuale appena creato verrà poi elencato sia nella finestra Computer, che in Gestione disco e risulterà accessibile da qualunque applicazione installata sul sistema.

10. Il contenuto dell’unità virtuale può essere crittografato ricorrendo alla funzionalità “BitLocker”: dalla finestra Computer è necessario cliccare con il tasto destro del mouse sul disco virtuale quindi scegliere la voce Attiva BitLocker.

MAGGIORI INFORMAZIONI
SITO UFFICIALE

Leggi anche: