Ora che le videocassette (VHS) sono pressoché introvabili, registrare un programma alla TV non è più semplice come una volta. Certo si può sempre utilizzare un DVD Recorder o un decoder dotato di disco fisso per memorizzare i programmi trasmessi via satellite o via Internet. Si tratta però di operazioni più complesse. Una vera alternativa alla vecchia videocassetta è VCast: permette non solo di memorizzare, caricare e visualizzare podcast, ma anche di registrare le proprie trasmissioni televisive preferite.

VCAST: REGISTRARE LE TRASMISSIONI TELEVISIVE ON-LINE

NOTA: Clicca sulle immagini per ingrandire.

1. Il portale Vcast 2. Registrazione obbligatoria
1. Per utilizzare il servizio VCast, occorre in primo luogo creare un account. Collegatevi all’indirizzo www.vcast.it, selezionate il link Register presente in alto a destra e compilate tutti i campi nel form di iscrizione.

2. Ricordatevi di tenere sottomano anche il codice fiscale, perché dovrete inserire anche questo dato personale. Selezionate poi la casella Sì per accettare i termini di utilizzo del servizio e quelli relativi al trattamento dei dati personali, quindi fate clic sulla voce Inserisci.

3. Le aree tematiche 4. Visualizzare i podcast
3. Una volta iscritti, familiarizzate con il servizio dando un’occhiata alle categorie dei podcast. Nella parte centrale dell’home page trovate la classifica dei video più visualizzati. Più in basso, oltre ai contenuti forniti in esclusiva da VCast, ci sono le aree tematiche in base alle quali sono suddivise le clip: Sport, Cinema, Programmi TV, News, Life Style, Motori e altre.

4. In ogni sezione sono elencati i canali, o meglio i link, che permettono di accedere all’area in cui sono raccolti tutti i video di una trasmissione televisiva, oppure quelli caricati su un blog o quelli trasmessi da una Web-TV. Per esempio, se selezionate “Che tempo che fa”, accedete alla pagina contenente le clip estratte dalla trasmissione condotta da Fabio Fazio.

In questa sezione, come in tutte le altre, non trovate i podcast con la registrazione dell’intero programma, ma solo degli estratti. Quelli di “Che tempo che fa” si riferiscono ai (cosiddetti) “Saluti finali” di Luciana Littizzetto, e alle sue gag con il conduttore. Facendo clic nel riquadro a centro pagina, visualizzate l’intervento più recente della comica torinese.

5. Iscrizione al podcast 6. Registriamo le trasmissioni TV
5. Sotto il player video integrato nella pagina, trovate anche la lista dei podcast pubblicati nel passato. Se desiderate essere aggiornati sui contenuti di un canale particolare, non dovete fare altro che selezionare il pulsante Iscriviti per inserire così la relativa pagina Web di VCast nell’elenco dei preferiti del browser.

6. VCast non mette a disposizione solo un elenco dei più interessanti podcast presenti on-line, ma permette anche di registrare le trasmissioni televisive. Il servizio funziona in pratica da PVR (Personal Video Recorder): consente di stabilire l’orario e la durata della registrazione del programma che volete, e di scaricare il relativo file nel PC in modo da vedere il programma tramite il vostro player multimediale.Per utilizzare questo servizio, selezionate il link “Faucet PVR”.

7. Avviamo il download 8. Godiamoci la trasmissione
7. Una volta che il programma è stato trasmesso interamente, VCast vi permetterà di accedere alla registrazione. È sufficiente fare clic sull’icona che ricorda il tasto Play di un videoregistratore per avviare il download del file della trasmissione. Il tempo necessario per completare questa operazione dipende dalla grandezza del file.

8. Selezionate la cartella in cui salvare il file. Una volta ultimata la procedura, si avvierà in automatico il lettore multimediale associato al formato del video scaricato, e potrete così vedere la trasmissione che avete registrato.

MA PURTROPPO PER MEDIASET…

In seguito alla diffida inoltrata da Mediaset a Vcast, dal settembre 2007 il portale non permette più la registrazione delle trasmissioni di Canale 5, Italia 1 e Rete 4. Secondo l’azienda televisiva il servizio del sito costituirebbe infatti una violazione delle norme a tutela del copyright. I fondatori di VCast si sono difesi sostenendo che il portale permette di eseguire una registrazione personale, come se si utilizzasse una cassetta VHS, e che l’obiettivo del servizio è quello di offrire agli utenti la possibilità di personalizzare il proprio palinsesto e di non perdere le trasmissioni preferite. È probabile che a Mediaset non sia piaciuto il fatto che gli iscritti al portale possano scaricare le registrazioni delle trasmissioni nel proprio PC, soprattutto perché i file non sono protetti da alcun sistema DRM e possono facilmente essere distribuiti nei circuiti P2P.

MAGGIORI INFORMAZIONI
SITO UFFICIALE FORUM

Leggi anche: