Il masterizzatore contiene una sofisticata sezione elettronica, che è a tutti gli effetti un vero e proprio computer dedicato, governato da un proprio microprocessore, dotato di una propria memoria RAM ma in grado di eseguire un solo programma: quello, appunto, che gestisce meccanica e pickup laser per leggere o scrivere i dischi ottici. Come ogni programma, anche il firmware di gestione di un masterizzatore non è un codice immutabile; anzi, le occasioni in cui è utile o addirittura necessario cambiarlo sono molte, come la compatibilità con un nuovo sistema operativo o una migliore compatibilità in lettura/scrittura. Insomma, il firmware è il vero cervello del masterizzatore. Cambiarlo significa a volte ritrovarsi con una periferica praticamente nuova e più performante. In questo articolo impareremo la procedura corretta di aggiornamento.

E MEGLIO SAPERE

Per mettere in pratica quanto spiegato nell’introduzione, procederò all’aggiornamento del firmware di un diffuso modello di masterizzatore di DVD: l’LG GH22NS30. La procedura è molto simile per tutti i produttori quindi niente paura. Nel caso abbiate più masterizzatori interni, è prudente scollegare temporaneamente quelli non interessati all’aggiornamento, per evitare che un malfunzionamento dell’utility di aggiornamento finisca per scrivere il firmware sul masterizzatore sbagliato, con conseguenze a volte irreparabili. NOTA: Clicca sulle immagini per ingrandire

1. Che revisione di firmware utilizzo ? 2. Controllare la disponibilità di nuovi firmware
qui qui
1. Per prima cosa, bisogna scoprire quale revisione di firmware monta il masterizzatore installato sul PC. Per fare questo, ci sono diversi metodi. Uno è di digitare “devmgmt.msc” nella casella di ricerca del menu Start o nel menu Esegui seguito da Invio. In questo modo aprirete la console “Gestione Dispositivo” (Gestione Periferiche per XP) quindi fare clic destro sul nome della periferica. Scegliere Proprietà e nella finestra che si apre selezionare Dettagli, quindi ID Hardware dal menu a scomparsa. La versione appare vicino al nome della periferica (vedi immagine).

2. Appurato che l’esemplare montato sul PC utilizza il firmware 1.02, è il momento di controllare sul sito Internet di LG se sono disponibili firmware più recenti per questo modello. Si va quindi sul sito di supporto del produttore e si cerca il software relativo al masterizzatore in questione. Nel caso di LG, lo si trova all’interno della categoria “Falsh Drivers”. E infatti, nella scheda “Optical Storage” il quarto modello citato è proprio il GH22NS30.

3. Chi cerca trova 4. Disponibile un nuovo firmware
qui qui
3. Un clic sul modello porta alla pagina dedicata a questo masterizzatore. Potete quindi trovare in una sola pagina tutti i rimandi utili in caso di problemi: il manuale della periferica, le FAQ (ovvero domande frequenti), documentazione in genere e, finalmente, il desiderato link alla pagina del firmware.

4. Effettivamente sul sito è presente una versione più aggiornata, la 2.00. Generalmente, aggiornamenti che comportato la riscrittura del codice vengono rinominate all’unità superiore (in questo caso diventerebbe 2.XX); aggiornamenti con modifiche sostanziali portano all’aumento di una cifra decimale, e aggiornamenti minori incrementano la cifra centesimale. In questo caso, si passa da 1.02 a 2.00, quindi ci sono aggiornamenti con modifiche sostanziali.

5. Download e novità 6. Lanciamo l’aggiornamento
qui qui
5. Un clic sul link attiverà il download del file, che in questo caso è un archivio “zip” una cartella compressa sotto forma di file. Al suo interno, il file del firmware vero e proprio è contenuto in un’applicazione Windows. Oltre a essa, c’è un file “readme” che ricorda di verificare che non ci siano dischi nel masterizzatore quando si lancia l’aggiornamento, e che indica le novità (in questo caso, la piena compatibilità con Windows 7, migliore compatibilità in scrittura e migliore compatibilità in lettura).

6. Per iniziare l’aggiornamento, fate doppio clic sul software appena scaricato. Apparirà la finestra di avvertimento che indica l’impossibilità di stabilire se il file è affidabile. Proseguite facendo clic su Esegui. Apparirà la finestra dell’applicazione e una di richiesta di conferma per l’aggiornamento. Rispondendo Yes, il processo inizia.

7. Flashing avvenuto con successo 8. Riavvio e controllo
qui qui
7.Il programma segnalerà il trasferimento del firmware, poi l’operazione di “flashing” ovvero scrittura nella memoria avrà inizio. Dura qualche minuto, durante il quale è essenziale non spegnere o staccare nulla: se si interrompe a metà, il masterizzatore potrebbe non funzionare più.

8. Dopo qualche minuto, il programma informerà del successo dell’operazione e della nuova versione installata. Un clic su Yes chiuderà l’applicazione e riavvierà il PC per rendere effettive le modifiche. A quel punto il masterizzatore sarà aggiornato… almeno fino alla prossima versione del firmware.

Leggi anche: