Sono sempre più gli utenti costretti a utilizzare più d’un sistema di “istant messaging”, per non perdere i contatti con chi non usa lo stesso software. Se siete dei fedelissimi di ICQ, non potete comunicare con chi usa MSN o Skype o Gtalk e via dicendo. Esiste però una soluzione (davvero “universale”) che mette d’accordo tutti: Miranda IM. Questo piccolo programma open source, infatti, è un sistema di comunicazione multiprotocollo. In questo articolo vi mostreremo come sfruttarlo a fondo e personalizzarlo grazie all’installazione di qualche piccolo componente aggiuntivo.

MIRANDA IM: LA CHAT UNIVERSALE PER QUALUNQUE RETE

NOTA: Clicca sulle immagini per ingrandire

1. Attenzione: Interfaccia spartana 2. Portable o Installer ?
qui qui
1. Attenzione, guardate bene la figura: questo è (almeno inizialmente) l’aspetto delle finestrelle di Miranda IM. Sono finestre dall’aspetto sicuramente spartano, e se siete abituati agli “effetti speciali” delle ultime versioni di Yahoo! Messenger o Windows Live Messenger potreste non trovarvi a vostro agio con questo programma. Miranda IM è ottimo se quello che vi interessa è parlare con i vostri contatti on-line, ma non offre molte funzioni aggiuntive in più.

2. La prima cosa che dovete fare è scaricare il programma dal sito. Dovete seguire il link Download, in cima alla pagina, e quindi fare clic sulla scritta “Download (Windows NT, 2000, XP, Vista, 7)”. Se state utilizzando una versione di Windows non elencata tra queste, più in basso potrete trovare i link al file per il vostro sistema operativo. Durante l’installazione di Miranda IM potete selezionare i componenti da installare: le impostazioni predefinite non presentano alcuna controindicazione, per cui arrivate pure al termine della procedura premendo a ripetizione il pulsante Next.

3. Traduzione in italiano 4. Creazione del profilo
qui qui
3. Appena prima del termine dell’installazione, prima che il programma si avvii, collegatevi a questa nuova pagina Web. Da qua potete scaricare i file con cui tradurre in italiano l’interfaccia utente di Miranda IM. Fate clic su Download al centro della pagina, quindi estraetene nella cartella di installazione di Miranda IM (C:\Programmi\Miranda IM). La traduzione è un’opera meritoria dello sviluppatore italiano Andrea Decorte.

4. Appena dopo l’installazione, viene chiesto di creare un profilo. Semplicemente, dovete indicare un nome unico sotto cui memorizzare tutte le impostazioni di Miranda IM. Con ogni probabilità, non vi capiterà praticamente mai di utilizzare il nome che state per indicare, per cui inserite il vostro nome, un vostro pseudonimo, o una qualunque sigla che vi rappresenti e premete il pulsante Create.

5. Configurare le reti 6. Dove sono i plug-in ?
qui qui
5. Senza perdere tempo, tramite il tasto contrassegnato dal segno “+” Miranda IM vi presenta una finestrella in cui potete scegliere le reti supportate. Successivamente potete digitare i vostri dati di accesso e cominciare immediatamente a chiacchierare on-line. Se non inserite ora i vostri dati (si tratta sempre di una coppia utente-password), potete comunque farlo in un secondo momento: dopo quest’ultimo passaggio, Miranda IM posiziona un’icona nella barra di sistema di Windows.

6. Terminata l’installazione e la prima configurazione di Miranda IM, potete usare la struttura a plug-in del programma per renderlo più aderente ai vostri gusti. I plug-in sono dei file che arricchiscono il programma di funzionalità aggiuntive: possibilità di collegarsi a nuove reti, modifiche all’interfaccia, gestire di particolari tipi di eventi o di contatti e via dicendo. Se aprite la cartella di installazione di Miranda IM, e vi spostate nella sottocartella Plugins, potete vedere quali plug-in vengono installati in partenza: tra questi, saltano subito all’occhio AIM, ICQ, IRC, Jabber, MSN e Yahoo!, ovvero i file che Miranda utilizza per collegarsi alle omonime reti.

7. Accessi multipli senza difficoltà 8. Come installare i plug-in ?
qui qui
7. Potete quindi partire subito con un “trucchetto”: se avete, per esempio, più di un account MSN, potete creare più connessioni a questa rete semplicemente duplicando il plug-in corrispondente. Evidenziate il plug-in MSN, copiatelo (CTRL+C) e incollatelo su se stesso (CTRL+V), quindi rinominate la copia (per esempio come “MSN_Lavoro“). A questo punto riavviate il programma, tornate nell’elenco delle reti (come visto al punto 5): ecco la vostra nuova connessione MSN!

8. Installare un plug-in in Miranda IM è semplicissimo: basta scaricarlo all’indirizzo seguente (ce ne sono a centinaia), copiarlo nella cartella Plugins già vista al punto 7 e riavviare il programma. Non sono necessarie procedure di installazione, basta attivare il plug-in con un clic del mouse dalla finestra delle Opzioni, alla voce Plugins ed eventualmente configurare le sue opzioni. Alcuni plug-in richiedono a questo punto un ulteriore riavvio, ma nulla di più.

9. Privacy: Pulire lo storico automaticamente 10. Configurazione History Sweeper
qui qui
9. Miranda IM salva su disco tutte le vostre conversazioni, cosa che per qualunque motivo può non farvi particolarmente piacere. Per risolvere questo inconveniente, dovete scaricare il plug-in “History Sweeper” a questo indirizzo. Si tratta di un file compresso, da cui dovete estrarre il file “Historysweeper.dll” (che andrà copiato nella cartella Plugins). A questo punto avviate Miranda IM, passate alla finestra Opzioni e spostatevi alla voce Plugins, in cui dovete mettere un segno di spunta sulla casella corrispondente al plug-in indicato.

10. Le finestre di configurazione dei plug-in (o almeno di quelli che ne prevedono una) si trovano sotto la voce Plugins, sulla sinistra di quest’area di lavoro. La finestra delle opzioni di History Sweeper, in particolare, aggiunge una voce Storico e permette di configurare molti aspetti di questo plug-in.

MAGGIORI INFORMAZIONI
FORUM UFFICIALE DOWNLOAD ADDONS
SITO UFFICIALE DOWNLOAD MIRANDA IM

Leggi anche: