Quando si ha a che fare con file compressi, la maggior parte degli utenti pensa subito a software come WinZip o alla funzionalità “Cartelle Compresse” presente all’interno di Windows. Tuttavia esiste un programma alternativo e decisamente valido: WinRAR. Si tratta di un software shareware; dopo il periodo di valutazione di 40 giorni, dovrete registrare la vostra copia. Nonostante questo è possibile utilizzarlo anche dopo tale periodo con la limitazione di un piccolo banner ad ogni avvio del programma. Una delle migliori caratteristiche di WinRAR è la funzionalità che consente di dividere gli archivi in parti più piccole, per semplificarne l’invio con la posta elettronica o il download via Internet. Vediamo in questo articolo come scaricarlo, installarlo e iniziare a utilizzarlo.

CREARE E GESTIRE I FILE COMPRESSI CON WINRAR

NOTA: Clicca sulle immagini per visualizzarle a grandezza naturale

1. Download e installazione 2. Configurazione iniziale
qui qui
1. Aprite il sito Web www.rarlab.com. Fate clic sul link Downloads poi, in corrispondenza della sezione “Localized WinRAR versions”, fate clic sulla voce Italian. Comparirà una nuova finestra di dialogo e potrete decidere dove salvare il file di installazione di WinRAR (Wrar393it.exe, poco più di 1 Mb). Fate doppio clic sul file appena scaricato, e procedete all’installazione del programma.

2. Al termine dell’installazione, comparirà la finestra di dialogo “Configurazione WinRAR”. Nella sezione Associa a WinRAR archivi in formato togliete il segno di spunta in corrispondenza della voce Zip se avete già installato WinZip nel vostro sistema. Inoltre, controllate che nella sezione Integra WinRAR in Esplora risorse siano selezionate tutte le opzioni prima di fare clic su OK. Comparirà una finestra di dialogo per informarvi del completamento del processo di installazione. Fate clic sul pulsante Chiudi.

3. Creare un archivio ZIP 4. Estrarre i file
qui qui
3. Per creare un archivio compresso ZIP, selezionate i file che volete includervi e, successivamente, fate clic su uno di essi con il tasto destro del mouse. All’interno del menu che compare, posizionatevi su WinRAR e selezionate la voce Aggiungi a un archivio…. Nella finestra di dialogo Nome archivio e parametri selezionate l’opzione ZIP in corrispondenza della sezione Formato archivio. Inoltre, utilizzate il menu a tendina Metodo di Compressione per scegliere il livello di compressione che desiderate. In questo contesto, l’opzione Migliore produce file dalle dimensioni più contenute, ma richiede più tempo. Generalmente l’opzione Normale è più che sufficiente. Fate clic su OK per creare l’archivio.

4. Il modo più veloce per estrarre i file da un archivio ZIP consiste nel farci clic sopra con il tasto destro del mouse e scegliere la voce Estrai qui, all’interno della sezione WinRAR. In tal modo estrarrete il contenuto dell’archivio all’interno della cartella corrente. Potete ottenere un controllo maggiore su tale processo utilizzando la voce Estrai i file.

5. Creare un archivio RAR 6. Dividere i file di grandi dimensioni
qui qui
5. Nell’immagine si sta comprimendo un file video di grandi dimensioni e alla successiva suddivisione dell’archivio in “pacchetti” di dimensioni contenute, adatti per essere inviati via posta elettronica. In genere i file video sono già soggetti a compressione dunque non vi aspettate un sensibile guadagno di spazio: più che altro risulta utile la possibilità di suddividere il file in un tot di pacchetti. Fate clic con il tasto destro del mouse sul file da comprimere e, in corrispondenza della sezione WinRAR, optate per la voce Aggiungi ad un archivio. Nell’ormai familiare finestra di dialogo “Nome archivio e parametri”, assicuratevi che la voce Formato archivio sia impostata su RAR.

6. L’opzione Dividi in volumi di byte consente di impostare la dimensione dei singoli pacchetti che verranno generati. L’obiettivo consiste nel creare pacchetti da un Mb ciascuno; quindi inserite in questo campo il valore 1M. Utilizzate il menu a tendina Metodo di Compressione per decidere il livello di compressione da impiegare nella generazione dell’archivio. In questo contesto, la scelta della voce Migliore impiegherà più tempo e non apporterà benefici rilevanti: optate dunque per l’opzione Normale. Quando pronti, fate clic su OK. Per ricomporre il file originale, in futuro, basterà selezionare il primo archivio e fare clic sul pulsante Estrai in.

MAGGIORI INFORMAZIONI
SITO UFFICIALE DOWNLOAD X86-X64

Leggi anche: