QUESTO ARTICOLO E\' DIVISO IN PIU\' PAGINE

Non ci stancheremo mai di ripeterlo: prima che i vostri file siano irrimediabilmente persi, fate quel benedetto backup! Non volete copiare i file uno a uno, controllare che le versioni dei documenti siano aggiornate, o temete di dimenticare di farlo? Ok, allora vi proponiamo un’altra soluzione. Dopo aver visto come utilizzare decine di programmi di sincronizzazione, all’appello mancava SyncBack, un programma gratuito che permette di effettuare backup sincronizzati in modo completamente automatico.

BACKUP SINCRONIZZATI CON SYNCBACK

NOTA: Clicca sulle immagini per visualizzarle a grandezza naturale

1. Download 2. Installazione
qui qui
1. Collegatevi all’indirizzo Web www.2brightsparks.com, quindi andate in Downloads/Freeware. Scegliete di scaricare la versione italiana: il file di installazione (zippato) pesa 1.83 Mb.

2. Decomprimete il file “SyncBack_Setup_IT.exe” e procedete all’installazione del programma. Accettate la licenza d’uso, e proseguite.

3. Creiamo un profilo 4. Che tipo di profilo?
qui qui
3. Il programma, al primo avvio, è privo di profili personali: vi chiede quindi di crearne uno tutto per voi.

4. Dovete decidere il tipo di profilo da creare: per dei semplici backup (la copia di sicurezza in una cartella, in un disco esterno, su un server FTP) oppure per delle sincronizzazioni. Scegliete la seconda opzione.

5. Diamo un nome al profilo 6. Personalizzazione del profilo
qui qui
5. Per prima cosa date un nome al profilo, in modo che se ne create più d’uno, lo individuerete con facilità.

6. Iniziate con la personalizzazione del profilo. Nella scheda Semplice, scegliete quali operazioni dovrete compiere. Nel nostro caso, abbiamo deciso che i file di una cartella salvata sul disco fisso (con tutte le sottocartelle) vengano copiati in una cartella destinazione che si trova su un disco fisso esterno (nel nostro caso individuato con la lettera “E:”).

7. Quale opzione? 8. Modalità avanzata
qui qui
7. Concentratevi ora sulla parte alta della finestra. Dopo le indicazioni dei percorsi delle cartelle di origine e di destinazione, trovate un menu a tendina relativo alle subdirectories. Scegliete la prima opzione, per includere tutte le sottocartelle.

8. Abbandonate la scheda Semplice, e passate in “Avanzato”. Qui ovviamente trovate molte più opportunità di personalizzazione del profilo. Per esempio, potete fare in modo che quando il programma trova due versioni delle stesso file, li sincronizzi in modo che nelle cartelle di origine e di destinazione vi sia solo la versione più recente. Seguendo le nostre indicazioni, se dovessimo aggiungere nuove foto alla cartella di destinazione (quella sull’hard disk esterno), il programma le copierebbe automaticamente anche nella cartella di origine. È un processo bidirezionale, insomma.

CONTINUA

Leggi anche:

 

QUESTO ARTICOLO E\' DIVISO IN PIU\' PAGINE

« 1 2 Articolo Intero»