A furia di aggiungere siti preferiti al browser, la lista dei bookmark è ormai fuori controllo: link in disordine, pagine non più raggiungibili, indirizzi in duplice copia. Senza contare che, spesso, preferiamo cercare un sito con Google, piuttosto che ritrovarlo in quella selva di collegamenti. Se volete fare un po’d’ordine tra i Preferiti, usate un programma gratuito come “AM DeadLink”. Vediamo quali sono le sue funzioni.

METTERE IN ORDINE I BOOKMARK CON AM – DEADLINK

NOTA: Clicca sulle immagini per visualizzarle a grandezza naturale

1. Portable o Installer? 2. In italiano è meglio
qui qui
1. Dopo aver effettuato il download, procedete con l’installazione classica. Alla terza schermata avrete la possibilità di scegliere la versione portable per pendrive o la versione installer. Effettuate la vostra scelta e proseguite.

2. L’interfaccia di AM DeadLink è abbastanza semplice: all’avvio, dopo lo splashscreen per la selezione della lingua, viene effettuata una scansione automatica dei link inseriti in Internet Explorer.

3. Supporto per molti browser 4. Esportazione semplice
qui qui
3. Internet Explorer è la scelta di default, ma ovviamente non è l’unico browser supportato. Il sistema gestisce i quattro maggiori programmi del settore. Nello stesso menu può essere definita anche la visualizzazione e il salvataggio dei rispettivi elenchi.

4. Attraverso il menu File/Esporta ecco un’opzione certamente più raffinata di quella disponibile nelle Preferenze dei diversi browser: gli elenchi possono essere esportati includendo molte più informazioni di quanto accada solitamente. Il programma permette anche di trasferire i link da un browser all’altro, passando da questi file di testo.

5. Varie verifiche 6. Visualizzatore interno
qui qui
5. Fate clic sul menu Bookmarks.Potrete avviare una serie di verifiche. Prima di tutto, se il link porta a un pagina esistente. Per ognuno, dopo la verifica, viene evidenziata l’eventuale cancellazione, abbandono o redirect (reindirizzamento). Una volta eliminate le righe inutili, salvando il file e importandolo nel browser, avrete a che fare con un elenco ordinato e pulito. Nel trasferimento, il programma rispetta la gerarchia delle cartelle. Eppure, per essere sicuri, è sempre opportuno eseguire un’esportazione diretta dal browser (per creare una sorta di backup), prima di qualunque operazione di sostituzione.

6. Se si ha qualche dubbio sul contenuto di un indirizzo, è possibile fare clic sull’icona “Apri con visualizzatore interno” rappresentata da un mappamondo nella barra dei menu. La pagina Web viene così aperta sotto all’elenco, in una sezione a parte.

7. Duplicati addio 8. Ricerca Favicon
qui qui
7. Una delle funzioni più interessanti e utili del software è quella che consente di scovare i link duplicati. Andate in Bookmarks/Trova bookmarks duplicati.

8. Molti indirizzi incorporano i favicon (le icone che si affiancano al nome del sito, nel menu dei Preferiti dei browser). Nel caso questi siano indesiderati o, viceversa, se qualcuno di questi è andato perduto, il menu Favicon provvede al bisogno. Ricordate però che, in caso di eliminazione involontaria della favicon, basterà visitare di nuovo il sito affinché questa venga ripristinata.

MAGGIORI INFORMAZIONI
SITO UFFICIALE DOWNLOAD

Leggi anche: