Sono milioni gli utenti in tutto il mondo che affidano a Internet la propria corrispondenza, grazie alle Web mail. Caso clamoroso, il successo di GMail, la casella di posta on-line offerta da Google. Ma cosa accadrebbe se Gmail perdesse tutte le nostre e-mail come accaduto in rari casi qualche anno fa? Chi vive sul Web a questo non vuole neanche pensarci, però è bene essere previdenti! Allora si potrebbe installare ad esempio gmail off line, oppure come indicato nel presente articolo, la soluzione potrebbe essere Gmail Backup, piccola chicca che effettua il backup della nostra posta portandola da web al nostro PC.

EFFETTUARE IL BACKUP DELLA POSTA CON GMAIL BACKUP

NOTA: Clicca sulle immagini per visualizzarle a grandezza naturale

1. Downalod 2. Impostazioni account
qui qui
1. Collegatevi al sito www.gmail-backup.com e scaricate l’ultima versione di Gmail Backup. Per farlo è sufficiente fare clic su “Download”. Gmail Backup è proposto solo per sistemi operativi Windows: niente da fare per chi usa Mac.

2. Prima di installare Gmail Backup occorre assicurarsi che le impostazioni del proprio account di Gmail siano corrette. Altrimenti Gmail Backup non riuscirà a collegarsi al proprio account e, di conseguenza, sarà impossibile effettuare il backup. Collegatevi a Gmail, effettuate l’accesso, quindi fate clic su “Impostazioni”. A questo punto selezionate la scheda “Inoltro e POP/IMAP” e assicuratevi che le voci “Scarica tramite POP” e “Accesso IMAP” siano attivate.

3. Installazione 4. Backup posta elettronica
qui qui
3. Ora è tutto pronto per l’installazione di Gmail Backup. La procedura è semplicissima: è sufficiente lanciare il programma di installazione e seguire le poche indicazioni (ovvero la destinazione della cartella di Gmail Backup sul PC) per Poter finalmente affrontare l’agognato “salvataggio” di tutte le missive ricevute.

4. Lanciate Gmail Backup e compilate i campi richiesti. È necessario inserire il proprio nome utente e la password dell’account di posta di Gmail, quindi si può decidere la destinazione delle email salvate e infine selezionare quali e-mail includere nel backup. È possibile stabilire una data come punto di partenza: in tal modo verranno copiate le lettere arrivate da quel giorno a oggi. Al contrario, si può anche impostare una data finale, anteriore a oggi.

A questo punto il programma si mette al lavoro.Potrebbe impiegare parecchio tempo, a seconda del numero di messaggi e del volume degli allegati che portano con sé. I risultati saranno visibili nella cartella selezionata in precedenza: ogni e-mail viene presentata come un singolo file, il cui nome è composto dalla data e dall’ora di ricezione e con estensione “.eml”.Per leggerla è sufficiente fare doppio clic: il vostro client di posta (o quello Microsoft se non ne avete scelti altri) si prenderà la briga di visualizzare sia il testo sia l’allegato.

MAGGIORI INFORMAZIONI
SITO UFFICIALE DOWNLOAD

Leggi anche: