La frammentazione dei files è inevitabile. Cancellando e salvando files, l’hard disk tende a riempirsi di frammenti di dati, ne consegue una maggiore sollecitazione sui componenti del drive e il PC diventa più lento. Risolvere questo problema è molto semplice, basta utilizzare una chicca come Deflagger grazie alla quale potrete eliminare la frammentazione causata dall’uso quotidiano del computer e aumentare di conseguenza la velocità di accesso ai dati.

GUIDA ALL’USO DI DEFLAGGER

Nel caso la Deframmentazione non bastasse, potete seguire le nostre soluzioni ai problemi più frequenti degli Hard Disk.

1. Installate il programma 2. L’interfaccia
1
1. Eseguite il programma di installazione di Piriform Deflagger, la procedura guidata vi aiuterà durante la fase d’installazione. E’ possbile indicare, lasciando la spunta, di sostituire il classico defrag di Windows con la nuova chicca Defraggler. 2. Una volta entrati in Deflagger noterete una griglia che occupa la parte superiore della finestra, si tratt della Fragmentation bitmap. In pratica è una rappresentazione visiva di come i vostri dati siano sparsi per l’hard disk. Potete vedere tutti i drive usando il riquadro posto sopra ad essa.
3. Settori difettosi 4. Deframmentate il drive
3. Con il passare del tempo i segni di usare si manifestano, magari con settori difettosi, ovvero parti dell’hard disk inutilizzabili a causa della normale usura. Per trovarli e contrassegnarli, cliccate su Azioni/Avanzate/Verifica Drive per Errori.. 4. Adesso potete deframmentare in sicurezza il vostro drive ed eliminare i blocchi rossi. Il vostro scopo è avere una bitmap prevalentemente blu. Selezionate il drive e cliccate su Deframmenta.
5. Verificate il lavoro 6. Verificate il lavoro
5. Se compare ancora qualche punto rosso e volete essere assolutamente sicuri di avere fatto tutto il possibile, potete
utilizzare il pulsante Analizza.
6. Dopo qualche minuto comparirà nel riquadro di Stato i file frammentati. Se è necessario eseguire un’altra
deframmentazione.
7. Ripetete l’operazione 8. Ordine eseguito
7. È una buona idea ripetere la procedura per ogni disco. In questo modo è possibile allungare la loro durata e velocizzare l’accesso ai dati. Come ci si potrebbe aspettare, il maggiore incremento di prestazioni si ha dalla deframmentazione dei drive C, che di solito ospita i file di sistema di Windows. 8. Dopo avere controllato l’integrità degli hard disk e dopo la loro deframmentazione, il pc è tornato in forma. Noterete che il diagramma è diventato quasi del tutto blu. Quando i dati verranno nuovamente frammentati sarà sufficiente eseguire l’utility ancora una volta per rimettere le cose a posto.

SCHEDA TECNICA

Defraggler Sito Ufficiale
Downlaod link
Sistema Operativo Windows 2000/XP/Vista/7 (32 e 64 bit)

Leggi anche: