QUESTO ARTICOLO E\' DIVISO IN PIU\' PAGINE

D@ngeon uno dei grandi ragazzi del forum Chicche di Cala & Friends ha realizzato un guida passo passo molto ben fatta su come formattare un computer e installare Windows XP. Questa è rivolta principalmente a tutti quegli utenti che non hanno mai formattato il loro computer, ma può essere letta e seguita da qualunque utente anche più esperto magari come promemoria. Tale tutorial ha come riferimento l’installazione di Windows XP, ma il procedimento generale è uguale per tutte le versioni di Windows, Vista compreso.
Prima di iniziare è bene precisare alcune cose, prima di formattare il proprio pc dobbiamo verificare di avere a portata di mano oltre al CD di Windows XP con il relativo key, tutti i cd di installazione dei driver delle periferiche utilizzate/collegate, principalmente dobbiamo verificare di avere i driver della scheda madre, scheda video e i driver SATA in caso avessimo un Hard Disk(HDD) SATA(di solito sono forniti con la scheda madre).

Altra importante precisazione riguarda i driver SATA, Windows Xp infatti per essere installato su un HDD SATA ha bisogno che gli vengano forniti i driver in maniera esterna dato che non ne è provvisto, questo però fa sorgere un problema infatti Xp accetta i driver SATA solo attraverso floppy disk perciò se il nostro pc non fosse munito di floppy abbiamo solo due alternative ovvero o ci procuriamo un lettore floppy usb che non costano molto oppure dobbiamo crearci un disco di Xp personalizzato, comprendente i driver SATA del nostro controller SATA e questo possiamo farlo tramite il programma NLite (il più conosciuto) oppure mediante altri prog. simili.

Ovviamente i driver SATA non potranno essere sotto forma di eseguibile ma dovremo tramite il sito del produttore della nostra scheda madre o pc, procurarci i driver in versione non eseguibile. Se sul nostro computer abbiamo gia Windows XP è possibile salvare l’attivazione del sistema operativo(SO) in modo da evitare così di dover ri-attivare XP alla successiva installazione, questo lo possiamo fare a patto però che non vengano cambiati i componenti all’interno del pc tra la precedente installazione e la nuova installazione del SO.

Questo perché l’attivazione di XP crea un file che dice al nostro sistema che XP è stato attivato correttamente e lega a questa informazione altre informazioni legate alle periferiche installate nel nostro pc in modo da evitare che lo stesso file di attivazione possa valere su più computer, infatti questo file se salvato fara risultare XP nuovamente attivo solo se riutilizzato sullo stesso computer, se lo si sposta su di un altro pc non avrebbe alcun effetto costringendoci ad attivare XP ugualmente. Il file che ci permette di salvare l’attivazione di Windows si chiama “wpa.dbl” ed è presente nella seguente cartella

C:\windows\system32\

Si tratta di un file nascosto, se non abbiamo attiva la visualizzazione dei file e cartelle nascoste non viene visualizzto, per attivare la visualizzazione dei file e cartelle nascoste Start – Pannello di controllo – Opzioni cartella – Visualizzazione, mettendo il segno di spunta, alle seguenti due voci: “Visualizza cartelle e file nascosti” e “Visualizza il contenuto delle cartelle di sistema”, mentre dobbiamo togliere il segno di spunta da queste altre due voci: “Nascondi i file protetti di sistema (consigliato)” e “Nascondi le estensioni per i tipi di file conosciuti”. Se abbiamo seguito le operazioni sopra descritte dovremmo poter vedere il file “wpa.dbl” e il file wpa.bak”(L’importante è salvare il primo quello wpa.db, l’altro non è altro che un backup fatto dal sistema dello stesso file).

1

Ora non ci resta che copiare questi due file su un floppy o penna usb o altro in modo da poterli conservare per l’installazione successiva del nostro SO. Vedremo alla fine come ripristinare questi due file per evitare la riattivazione. La parte che sarà descritta ora vale solo per quegli utenti che non hanno modo di vedere il loro codice product key con la quale gli è stato installato Windows, magari perché preinstallato oppure perché installato dal negoziante illegalmente ovvero senza l’acquisto di una licenza valida.

Per recuperare il seriale di installazione di XP ci basta usare questo programma di nome “keyfinder.exe” facilmente reperibile su questo sito( QUI), questo programmino non necessita di installazione, è un eseguibile da lanciare e subito avremo visualizzato il codice product key di windows e anche di altri programmi, se installati, come ad esempio la suite office 2003 o Xp o precedenti, esso è in continua evoluzione ed è già presente la versione anche per Vista anche se ancora in fase beta. AVVISO, tale programma con alcuni antivirus potrebbe essere segnalato come virus, non preoccupatevi perché si tratta di un così detto “FALSO POSITIVO” in quanto alcuni antivirus rilevano il tentativo del programma di visualizzare la product key di windows e cercano di bloccarlo ma in realtà se scaricato dalla pagine che indicata non si deve temere nulla. Ora che abbiamo salvato i file di attivazioni del nostro Windows e abbiamo recuperato ed appuntato su un foglio di carta la nostra product key per la re-installazione siamo pronti per formattare e re-installare Xp. Ovviamente dovete esservi ricordati di aver fatto un backup dei vostri dati prima di formattare perché poi verà distrutto tutto e i dati non saranno recuperabili o meglio lo potrebbero essere ma non si garantisce il totale recupero in quanto molti dati sarebbero sovrascritti ma questo è un altro discorso.

Incominciamo: Per formattare ci basta essere in possesso del nostro cd di WindowsXP, non dovremo fare altro che inserirlo nel lettore cd-dvd e riavviare il pc. Ovviamente dovremo verificare dal bios che la sequenza di avvio, detta anche di BOOT, parta prima dal lettore CD\DVD ROM altrimenti il sistema operativo sarà caricato dall’HDD e il CD di WindowsXP sarà ignorato e non potremo formattare. Per fare questo ci basta avviare il computer e subito alla prima schermata premere il tasto “CANC”(in alcune schede madri è sostituito da F11), in questo modo entreremo nel setup del Bios dove potremo cambiare la sequenza di BOOT.

Prosegui la lettura dell’articolo utilizzando il Frame Sottostante

Leggi anche:

 

QUESTO ARTICOLO E\' DIVISO IN PIU\' PAGINE

« 1 2 Articolo Intero»