La semplice cancellazione di un file e lo svuotamento del cestino di Windows, non garantiscono la reale rimozione dall’hard disk. In realtà nulla si cancella, se non un semplice link all’area di memoria in cui è posizionato il file. Se si vuole evitare che attraverso software di recupero dati si possano recuperare files creduti cancellati, bisogna utilizzare chicche di tipo “wiper”. Ecco quindi che, dopo aver visto come ottenere una licenza gratuita, vedremo le principali caratteristiche di Paragon Disk Wiper.
Questo è il concetto di base su cui si fondano numerosi programmi per il recupero dati. Per evitare che i vostri dati, magari sensibili, possano entrare in possesso di sconosciuti in caso di vendita del computer o del disco fisso, è consigliabile utilizzare un programma che ne garantisca la reale cancellazione. Disk Wiper si occupa proprio di questo: effettua una cancellazione risolutiva senza che esista la ragionevole possibilità che i file eliminati possano essere recuperati. Vediamo le principali caratteristiche:
1. L’interfaccia di Disk Wiper è molto simile a quella di altri prodotti Paragon. Si noti come, per ogni disco o partizione selezionata, sono evidenziate le caratteristiche più importanti.

2. È possibile avviare immediatamente l’operazione di cancellazione: dopo un clic con il tasto destro sul disco o sulla partizione, occorre scegliere Wipe partition. L’operazione viene avviata direttamente con le impostazioni di default ma, come vedrete nel passo successivo, risulta più conveniente affidarsi alla procedura guidata (wizard).

3. Lanciate la procedura guidata, grazie al menu Wizards. La procedura vi guida, passo a passo, alla scelta delle varie impostazioni che riguardano la pulizia dell’unità. Nella pagina che si apre, fate clic su Next.

4. Una finestra evidenzia i dischi presenti sulla macchina ed eventuali partizioni. Per ogni disco è data una rappresentazione visuale dell’intero volume e della parte occupata Selezionate, con il tasto sinistro, l’elemento che desiderate sottoporre a cancellazione e fate clic, di nuovo, sul pulsante Next.

5. A questo punto viene richiesto di eseguire una scelta: il sistema provvederà alla cancellazione completa del disco scelto o, in alternativa, alla chiarificazione dello spazio ibero. L’operazione può essere utile quando, su un PC utilizzato in coabitazione con altri utenti, si vuole cancellare ogni traccia dell’uso.

6. In automatico il sistema propone un proprio algoritmo di sovrascrittura/cancellazione. In alternativa avete la facoltà di scegliere l’algoritmo e la relativa sequenza di cancellazione/randomizzazione del contenuto. Entrambe le procedure offrono una notevole sicurezza.

7. Nel caso si scelga di utilizzare l’algoritmo di Paragon, il programma illustra l’operazione che sta per compiere. In parole povere, si procede a un’operazione di scrittura casuale (eseguita quattro volte), seguita da un’operazione di verifica a campione sui settori trattati. Il numero dei passaggi e delle verifiche sono prestabiliti, mentre la percentuale di controllo può essere modificata dall’utente. Viene offerta anche una previsione di massima del tempo necessario per l’operazione.

8. Tornando indietro, potremo invece scegliere un metodo personale di cancellazione. Nella maggior parte dei casi si tratta di definire il numero di passaggi e la tipologia dei dati che verranno successivamente e ordinatamente scritti nelle posizioni su disco da cancellare. È opportuno ricordare che esistono alcuni standard minimi al di sotto dei quali è opportuno non scendere.

9. Un clic sul pulsante Next permette di aprire una pagina di definizione dei parametri di cancellazione. Per ogni passaggio è possibile definire una maschera di scrittura che può essere variata fino a quattro volte per un definito numero di passaggi. Anche in questo caso esiste una procedura di verifica dei contenuti dei settori, sempre attuata a campione.

10. Alla fine della procedura di cancellazione, il sistema mostra lo stato della memoria di massa prima e dopo la cura. In ossequio a una politica da tempo adottata da Paragon per i suoi prodotti, tutte le operazioni non vengono avviate, ma semplicemente trasformate in una sequenza di script pronti ad essere eseguiti.

11. Rieccovi nella schermata principale: a differenza di quella dell’avvio, sono abilitati i pulsanti Apply e Discard. Fate clic sul primo: viene definitivamente avviata l’operazione di cancellazione.È possibile rivedere completamente tutta la sequenza programmata selezionando il pulsante View changes.

12. Se per tutti i dischi secondari l’operazione può essere avviata immediatamente, la stessa non è possibile per il disco “C”, quello che solitamente contiene il sistema operativo. Per ovviare a questo problema, il sistema incorpora una routine per la creazione di un CD di avvio; utilizzando una versione di PC-DOS bootable, consente di creare un ambiente predisposto per la cancellazione della memoria di massa principale. Il disco è utilizzabile anche per operazioni sulle altre memorie e ha il vantaggio di offrire un ambiente sensibilmente più veloce.

MAGGIORI INFORMAZIONI
SITO UFFICIALE DOWNLOAD

Leggi anche: