Siamo davanti al computer della biblioteca civica e abbiamo appena finito di digitare l’indirizzo Internet di un blog nella barra del browser. Mentre attendiamo il caricamento, appare una scarna pagina Web che ci informa del fatto che non è possibile aprire il sito richiesto, perché ritenuto sospetto o pericoloso. Come può essere? Sul blog sono pubblicate solo innocue ricette di cucina. In realtà, sul computer sono stati configurati dei filtri che limitano la navigazione su Internet. In passato abbiamo già visto un metodo estremamente efficiente che consente di navigare anonimamente in qualsiasi indirizzo web senza essere intercettati o blaccati dall’amministratore di rete grazie ad Its Hidden, ora vediamo altri metodi estremamente pratici ed utili per aggirare le limitazioni di amministratori severi.
Alcuni di questi si basano su liste di siti ritenuti inaffidabili, altri cercano di desumerne la tipologia dal loro indirizzo. In questo modo, però, potrebbero essere filtrati anche siti di indubbia attendibilità, impedendoci così di accedere alle informazioni che stiamo cercando. A meno di non usare un piccolo stratagemma, sfruttando il servizio Google Traduci (quasi mai filtrato) per fingere di voler tradurre la pagina Web cercata e riuscire, così, ad accedere ai suoi contenuti.
1. Google mette a disposizione di tutti il servizio gratuito Google Traduci, che permette di tradurre un testo o un intero sito da una lingua ad un’altra. Possiamo così navigare su di un sito americano, anche se conosciamo solo l’italiano. Per usufruirne, avviamo il nostro browser preferito e colleghiamoci a google-translate. 2. Per aprire un sito Internet bloccato, digitiamo il suo indirizzo nel campo di testo Traduci la pagina Web. Nell’elenco a discesa posto di fianco selezioniamo una voce in cui la prima lingua sia quella del sito Internet da visitare. Ad esempio, se vogliamo visitare un sito italiano, scegliamo Italiano/Inglese. Fatto questo, clicchiamo su Traduci per confermare.
3. Verrà aperta una pagina Web con un indirizzo chilometrico. Dobbiamo spostare la nostra attenzione sulla parte finale, ovvero sulla stringa langpair= it%7Cen. Sostituiamo il testo en con it e premiamo Invio per confermare e caricare la nuova pagina Web. Come per magia vedremo il sito, prima bloccato. 4. In questo modo abbiamo aggirato i filtri che bloccano i siti Web usando il servizio gratuito Google Traduci, più semplice di così!!

SECONDO METODO

Se Durante le pause di lavoro, vi piace leggere qualche blog per tenervi informati su ciò che accade in Rete, e digitate l’indirizzo nel browser, però, i siti risultano inaccessibi? Di fatto, vi viene permesso di navigare solo su Google e su pochi altri portali Web che l’amministratore di rete ritiene fidati? ancora una volta Google, risulta, una vera e propria manna dal cielo che permette di accedere ai siti Internet bloccati poiché memorizza una copia di tutte le pagine Web che è possibile trovare eseguendo una semplice ricerca. Se l’home page di un sito è stata memorizzata sui server di Google, siamo a cavallo!

1. Colleghiamoci a google, digitiamo all’interno del campo di ricerca l’indirizzo del sito Internet di cui vogliamo visualizzare la copia memorizzata da Google, facendolo precedere dal comando cache e premiamo il pulsante Cerca con Google. Per intenderci, se vogliamo accedere al sito www.youtube.it, dovremo scrivere la stringa cache:www.youtube.it. 2. Se la pagina Web è stata memorizzata da Google, verrà visualizzato un frame nella parte superiore che indica “questa è la copia cache….” L’unico inconveniente è che tutti gli elementi multimediali presenti nella pagina, come immagini, video e contenuti non sono aggiornati in tempo reale.

TERZO METODO

3. Due ostacoli comunque facilmente aggirabili utilizzando il motore di ricerca per cellulari di Google: Google Mobile Search. Colleghiamoci al sito www.google.com/xhtml, digitiamo l’indirizzo del sito Internet bloccato nel campo di ricerca e facciamo clic sul pulsante Ricerca. 4. Nella nuova pagina Web che si apre è sufficiente selezionare il primo risultato per accedere al sito Internet bloccato. Verrà caricata una pagina ottimizzata per la navigazione da cellulare e quindi riadattata alle dimensioni del suo display, ma perfettamente funzionante e aggiornata in tempo reale.
MAGGIORI INFORMAZIONI
NON DISPONIBILI

Leggi anche: