QUESTO ARTICOLO E\' DIVISO IN PIU\' PAGINE

Finalmente, dopo vari ripensamenti, hai deciso di aumentare la potenza d’elaborazione grafica del PC. Hai acquistato un sistema con due unità e ora vorresti installarlo da solo per risparmiare tempo e denaro, ma come? Non scoraggiarti, in realtà, l’installazione delle schede SLI (Scalable Link Interface, dotate di chipset nVidia) o Crossfire (dotate di chipset ATI) non è per nulla un’operazione complicata, ma presenta alcuni passaggi delicati che richiedono un po’ di attenzione. In questo articolo, mostreremo come montare passo per passo una di queste schede grafiche nel vostro PC. Tutti i sistemi Crossfire e le unità grafiche dei sistemi SLI prevedono l’utilizzo di due schede gemelle. Entrambi i produttori sfruttano il principio di attivare parallelamente due unità per ottenere il doppio delle prestazioni rispetto a una singola scheda. Un requisito essenziale per un sistema a due schede gemelle è rappresentato da una scheda madre con due alloggiamenti PCI-Express 2.0; per le schede grafiche nVidia occorrono modelli con i chipset specialinForce 4 SLI. Se non lo avete già fatto, prima dell’acquisto, vi ricordiamo che è indispensabile controllare la compatibilità della vostra scheda madre.
   
   

INSTALLARE LE SCHEDE VIDEO IN SLI O CROSSOFIRE

 
     
Sulla sinistra potete vedere un sistema SLI nVidia con il tipico ponticello evidenziato dal cerchio. Sulla destra invece una piattaforma Crossfire. Per questo articolo, abbiamo utilizzato un sistema Crossfire composto da due schede ASUS EAX1600 PRO (queste avevamo accontentatevi). Una volta montate le schede nel PC, il funzionamento in parallelo di queste unità è gestito completamente tramite software e non richiede soluzioni hardware aggiuntive. Diversamente, i sistemi SLI utilizzano invece anche una connessione hardware tra le due periferiche. Questo “ponticello” di collegamento è venduto, nella maggior parte dei casi, unitamente alla scheda madre e non con le schede video.
     
1. Pronti…Si Parte !   2. Come levare il pannello
 
     
1. Per cominciare con l’installazione bisogna disporre di un piano di lavoro comodo, dotato di uno spazio adeguato. Un tavolo va benissimo, ma vi consigliamo di liberare la maggior quantità di spazio possibile per lavorare nel modo migliore. Inoltre, è necessario procurarsi un cacciavite a stella, possibilmente dotato di uno stelo lungo e di una punta magnetica per evitare di perdere le viti durante il lavoro. Come prima operazione, dovete staccare tutti i cavi di collegamento al case del PC e sistemarlo in posizione verticale sul tavolo.

2. Il case che abbiamo utilizzato per il nostro esempio prevede una procedura di smontaggio semplificato sia del pannello laterale sia dei supporti in plastica per il fissaggio delle periferiche. Negli chassis di vecchia generazione però, vengono utilizzate delle viti sia per i pannelli esterni sia per le varie schede. Dando un’occhiata alla parte posteriore del PC potete notare subito che le porte standard (USB, Ethernet) e le uscite (VGA, DVI), si trovano sulla sinistra. Questo perché la scheda madre è montata su questo lato dello chassis. Per riuscire a lavorare sulla scheda dovete quindi smontare il pannello di destra. In alcuni case, come quello del nostro esempio, prima del pannello laterale dovete togliere anche quello superiore. Durante la rimozione dei sostegni (viti o congegni in plastica), ricordatevi di sostenere con una mano la parte che state smontando (come nella foto sulla destra) per evitare che questa possa cadere rovinosamente sul tavolo. Inoltre, se sulla fiancata è stata posizionata una ventola per il raffreddamento, fate attenzione a non danneggiare i fili che la collegano alla scheda madre. Nel caso essi siano troppo corti, bisognerà staccarli dal relativo connettore per liberare completamente il pannello.

Una volta tolto il pannello, conviene approfittare della situazione per controllare il livello di polvere che, con il passare del tempo, si è accumulato all’interno del case. Se notate degli accumuli di pulviscolo sul vostro PC, potete quindi procedere alla pulizia con un’apposita bomboletta d’aria compressa reperibile presso qualunque negozio d’informatica. Fatto questo, come è facilmente intuibile, per continuare con l’installazione delle nuove schede per prima cosa, dovete rimuovere quella preesistente. È essenziale quindi togliere la vite o il meccanismo in plastica che blocca la scheda nel suo alloggiamento.

     
3. Maneggiare con cura   4. Finalmente si installa
 
     
3. Arrivati a questo punto è bene fare una precisazione di carattere generale: le schede grafiche vanno maneggiate sempre per i bordi, evitando di mettere le mani sopra i contatti. Inoltre, è essenziale rimuovere la scheda che si desidera sostituire senza danneggiare i fili di alimentazione delle periferiche oppure i componenti interni del PC. Per evitare ai componenti danni da scariche elettrostatiche, prima di iniziare qualsiasi procedura toccate una superficie metallica (lo chassis del computer per esempio, o un termosifone) o meglio ancora indossate un apposito braccialetto antistatico (reperibile per pochi euro nei negozi di elettronica). Una volta tolta la vite o il blocco di sicurezza, dovete alzare con un dito la linguetta in plastica posta sulla destra dell’alloggiamento PCI-Express come potete osservare nella foto. Nell’esempio il case è in posizione verticale, ma se la cosa può servire per facilitare le operazioni potete anche posizionarlo orizzontalmente. A questo punto vi basterà tirare dolcemente verso di voi, la parte posteriore e poi quella anteriore della scheda. Per nessun motivo piegate la scheda come per allargare il pettine di contatto, o vi ritroverete con una scheda madre inservibile.

4. Finalmente è arrivato il momento di inserire le nuove schede. Per i sistemi Crossfire o SLI sono necessari due slot (alloggiamenti) e due finestrelle libere sulla griglia del case, come potete vedere in figura. Se il vostro case non ne è già provvisto, per liberare uno spazio sulla griglia in metallo basta levare la staffa con le mani esercitando una leggera pressione verso l’esterno. Potete aiutarvi con un cacciavite a punta piatta. Esercitate una presa salda per evitare che il cacciavite possa scapparvi di mano e danneggiare la motherboard o altri componenti.

 
Continua la guida utilizzando il Frame sottostante
     

Leggi anche:

 

QUESTO ARTICOLO E\' DIVISO IN PIU\' PAGINE

« 1 2 Articolo Intero»