QUESTO ARTICOLO E\' DIVISO IN PIU\' PAGINE

Da quanto tempo il CD audio domina incontrastato il panorama dei media per ascoltare musica? Dieci, quindici, venti anni? Forse anche di più… Eppure, a giudicare dalle richieste che arrivano in redazione, sono molti gli appassionati che hanno ancora a casa intere collezioni di supporti audio analogici: dai dischi in vinile ai nastri. Per risolvere in un colpo solo il problema della difficoltà di ascolto, dell’obsolescenza dei sistemi di lettura, e della perdita di qualità del supporto, c’è una sola cosa da fare: convertire la cassetta o disco vinile analogico in formato digitale. Ma come ? In questo articolo ci serviremo del software MAGIX Audio Cleanic deluxe che nonostante sia un software a pagamento svolge le sue funzioni anche in versione Trial (Prova) per la durata di 7 giorni con proroga a 30.

COM’E’ STRUTTURATO L’ARTICOLO ?


COSA SERVE ?

Per trasferire un disco in vinile su supporto digitale, è importante dunque disporre di un buon giradischi. Se avete un buon impianto stereo “d’epoca”, probabilmente disponete già di un “piatto” adeguato e sapete anche come farlo suonare bene. Nel caso abbiate un giradischi già dotato di preamplificatore, che quindi presenta in uscita un segnale audio a livello di linea (circa un Volt) può essere collegato direttamente all’ingresso audio analogico del PC.
Nel caso invece abbiate a disposizione un giradischi “tradizionale”, sappiate che la testina di lettura produce un segnale di pochi millivolt (più o meno come un microfono) il quale poi va equalizzato secondo una particolare curva detta “curva RIAA” in pratica, per collegare questo tipo di giradischi a un PC bisogna interporre o un normale amplificatore hi-fi stereo (in questo caso il giradischi si collega all’ingresso “Phono” di quest’ultimo, e ricordatevi di collegare anche il cavetto nero della massa se non volete strani ronzii) o un apparecchio dedicato che si chiama “preamplificatore phono” che potete trovare facilmente su Ebay e in particolare al link seguente.
Prima di iniziare, ricordatevi di controllare la taratura del giradischi: peso e antiskating per il braccio, velocità del piatto, pulizia della puntina di lettura. Ricordatevi che la puntina si usura con l’uso, quindi bisogna sincerarsi che essa sia in buone condizioni. Se è consumata parecchio, o vecchia, meglio cambiarla con una nuova. Anche in questo caso è facilmente reperibile su ebay e in particolare al link seguente.
Da non dimenticare, infine, una buona pulizia del disco prima della lettura. Sul miglior metodo di pulizia esistono varie scuole di pensiero: chi propende per la spazzola in fibre di carbonio, chi per i liquidi, chi per i panni antistatici. Qualsiasi sia lo strumento che decidete di adottare, seguite scrupolosamente le istruzioni di utilizzo, per evitare di creare più problemi di quanti ne risolviate. Anche in questo caso il Kit è facilmente reperibile su Ebay e in particolare al link seguente.

COME COLLEGARE IL GIRADISCHI AL PC

Ecco un video tutorial che spiega come collegare un giradischi o un registratore a cassette al PC. Tenete in considerazione che il registratore ha già l’uscita a livello linea, mentre la maggior parte dei giradischi necessiterà di un preamplificatore con equalizzazione RIAA come spiegato in precedenza. In mancanza di meglio esiste anche la possibilità di collegare l’uscita cuffia all’ingresso linea del PC, ma non aspettatevi una resa sonora cristallina.

-CONTINUA L’ARTICOLO-

Leggi anche:

 

QUESTO ARTICOLO E\' DIVISO IN PIU\' PAGINE

« 1 2 3 4 Articolo Intero»